Iniziativa in difesa della scogliera di Punta Braccetto

Originale e apprezzabile iniziativa da parte dell’associazione “Per Punta Braccetto”, mirata alla difesa della scogliera dei Canalotti (anche) attraverso la chiusura al transito delle auto in via Salso che comporta un indubbio, molto forte impatto negativo sulla bellezza della scogliera. Durante l’intero pomeriggio domenicale alcuni componenti dell’associazione hanno dialogato con gli automobilisti intenzionati a raggiungere la spiaggia di Randello, “ricordando” che l’accesso alla spiaggia comporta il transito sulla scogliera dei Canalotti, con micidiali conseguenza sull’esistenza sessa della scogliera. Non pochi automobilisti hanno, meritoriamente, recepito il messaggio dell’associazione riconoscendo il grosso potenziale di danno insito nel transito, scegliendo di servirsi dell’apposito parcheggio realizzato in via Salso accedendo alla spiaggia a piedi. Una scelta meritoria, che con il piccolo sacrificio di neppure 400 metri a piedi ha aiutato a salvare ben 700 metri di scogliera e la sua storia millenaria: per quanti la hanno fatto (e la faranno) il grazie dell’associazione e, naturalmente più ancora, della splendida scogliera. Nella foto il presidente dell’associazione dr. Emilio Tasca con un partecipante al’iniziativa.

di Lina Giarratana18 Ago 2014 19:08