Ragusa, stati generali del turismo

stati generaliImprenditori del settore alberghiero, della ristorazione, del trasporto, rappresentanti delle piccole e medie imprese, agenzie di viaggio, guide turistiche, hanno risposto numerose all’invito dell’Amministrazione Comunale a partecipare all’incontro degli Stati Generali del Turismo teso a definire indirizzi e linee guida fondamentali per una proposta turistica del Comune per il prossimo triennio 2014/16.

La riunione svoltasi nel pomeriggio di oggi presso la Sala Conferenze del Centro Direzionale Comunale della Zona Artigianale di Contrada Mugno, è stata aperta dal Sindaco Federico Piccitto. Il primo cittadino ha parlato della precisa volontà dell’Amministrazione di portare avanti una seria ed efficace politica turistica sfruttando le innumerevoli risorse che il nostro territorio offre. “Per raggiungere questo obiettivo – ha, tra altro, affermato il Sindaco Piccitto –  istituiremo la figura del manager turistico”.
Ha preso quindi la parola l’Assessore al turismo Stefano Martorana che ha manifestato il preciso impegno dell’Amministrazione di definire un percorso condiviso di politica turistica. “Per questo motivo – ha dichiarato l’amministratore-   riteniamo importante il vostro contributo di idee, utili alla definizione di  un progetto che verrà definito da un tavolo tecnico che intendiamo istituire, formato da rappresentanti dei diversi settori. Dobbiamo, a mio giudizio – ha aggiunto ancora Martorana – partire dalle criticità ed individuare le soluzioni ai diversi problemi. Il tavolo tecnico dovrebbe  lavorare su tre aree  importanti:  l’offerta turistica, i servizi strettamente collegati allo specifico settore,  la promozione del territorio”.
Sono quindi intervenuti diversi operatori che hanno in primo luogo plaudito l’Amministrazione Comunale per aver avuto la sensibilità di organizzare un incontro con i diversi soggetti impegnati nel settore del turismo. Tra le proposte venute fuori quella di promuovere eventi  di grande richiamo nei diversi periodi dell’anno per attuare una politica di destagionalizzazione, di creare un portale del turismo  la cui cura dovrebbe essere affidata ad un esperto di  web marketing, di curare la segnaletica turistica e prevedere l’abbattimento delle barriere architettoniche nei siti di particolare interesse.

di Redazione14 Nov 2013 20:11