Si rimette all’opera il parco commerciale Isole Iblee

isoleRiparte, dopo la pausa estiva, l’attivazione del parco commerciale “Isole Iblee”. E riparte con la consapevolezza di avere incassato, dalla nuova amministrazione comunale di Ragusa, una serie di impegni rispetto a tutte le problematiche che coinvolgono la zona industriale. Questioni, piccole e grandi, che, nell’attuale periodo di incertezza economica, triplicano il loro peso sino a diventare soffocanti per le aziende. “Tutte le questioni affrontate – dice il presidente di Isole Iblee, Gianni Corallo – sono nell’agenda delle nostre priorità. Problematiche che speriamo di risolvere in tempi ragionevolmente brevi con il sostegno sostanziale della giunta Piccitto che ci ha assicurato che non ci lascerà soli nello sbrogliare quelle che, a volte, possono diventare matasse molto intricate”. Tra queste, di certo, il nodo della videosorveglianza. Il sistema risulta essere completato, collaudato e consegnato ma di utilizzarlo ancora non se ne parla. Eppure, alla luce dei furti che periodicamente si registrano in zona, un ulteriore flagello per le aziende oltre alla crisi, si tramuterebbe in un deterrente non da poco. Stesso impegno dovrà essere profuso per l’aspetto relativo ai trasporti pubblici se si considera che nel giro di oltre quarant’anni nulla è cambiato e che, ora come allora, è soltanto una linea urbana a servire una zona che, adesso, risulta essere puntellata da opifici produttivi, alcuni dei quali anche con show room che meritano di essere visitati con attenzione dai consumatori. “Se non fosse che l’unica linea è stata soppressa – aggiunge Corallo – parleremmo di una situazione che non ha subito alcuna modifica nel corso di tutto questo tempo. Speriamo, invece, che possa essere modificato il quadro complessivo concernente i rifiuti in quanto, sebbene le aziende corrispondano al Comune il dovuto sul fronte dei relativi tributi, nessun servizio è, almeno per ora, garantito. E’ evidente che non tutte queste anomalie devono essere risolte esclusivamente dall’ente di palazzo dell’Aquila. Che, però, ci potrà dare una mano anche ai fini di una interazione con l’Irsap (l’ex Asi) per quanto riguarda la viabilità e manutenzione stradale, la segnaletica in abbandono, i marciapiedi sconnessi e via dicendo”. Infine, un’ulteriore esigenza che resta sempre presente è legata alla necessità, anche questa sottoposta al sindaco, di rendere più funzionale e sicura la strada principale che attraversa l’intera area industriale visto che, allo stesso tempo, si tratta della via principale che collega Ragusa con la riviera balneare. “Sono tutte situazioni – prosegue Corallo – che avevamo affrontato nel corso del primo incontro che il cda del parco commerciale aveva avuto con il primo cittadino. Un confronto molto cordiale in cui era emersa la disponibilità dell’amministrazione comunale a venire incontro alle nostre esigenze. E’ chiaro che solleciteremo con garbo istituzionale la concretizzazione di questi impegni affinché tutti assieme si possa arrivare alla soluzione auspicata”.

di Redazione11 Ott 2013 10:10