Rugby: vittoria schiacciante dell’Audax Clan

Rugby audax clanSplendida giornata di rugby quella odierna vissuta al Petrulli di Ragusa, la temperatura estiva ha fatto da cornice ad uno spettacolo di sport unico nel suo genere, graditi ospiti gli sportivissimi amici del Miraglia Rugby di Agrigento, i ragazzi della città dei templi hanno onorato l’impegno con due formazioni la Under 16 e i Senior della C. Ambedue le contese sono andate alle formazioni del Presidente Sartorio che hanno lasciato solo le briciole ai volenterosi agrigentini i quali da canto loro hanno fatto vedere il buon lavoro svolto. Per la formazione Senior l’incontro odierno rivestiva un doppio significato, la conquista del terzo posto nella classifica finale e l’addio alle competizioni di due atleti Mazza e “la bandiera Clan” Dinatale Erman ambedue per raggiunti limiti di età. Bella la coreografia allestita dai compagni di squadra, i due atleti sono entrati in campo percorrendo un lungo corridoio composto dai mini rugbysti dell’Audax e dalle due formazioni dei “grandi”, prima della contesa il Presidente Sartorio consegna a Mazza e Dinatale due targhe ricordo, una terza targa è stata di seguito consegnata al primo straniero della formazione Iblea il kiwi Thomas James Fisher per il suo prezioso contributo. Dopo la piccola cerimonia il Sig. Laudani, ottima la sua direzione gara, da fuoco alle polveri dando inizio alla competizione, il RAC parte subito fortissimo e in 18 minuti varca per cinque volte la linea di meta portando il risultato sul (31 – 0) grazie a Dinatale 2, Fisher, Pluchino e Minardi Luca, due le trasformazioni di Pluchino, al 21° grazie alla temporanea inferiorità numerica del RAC, giallo a Mattocci reo di un “cappottamento” pericoloso ai danni di un avversario, il MIRAGLIA riesce con il pacchetto di mischia a fare meta e trasformare (31 – 7), al 28° Caruso si esibisce nella sua classica galoppata progressiva che spesso lascia i diretti avversari sul posto (36 – 7), al 31° altra venialità in difesa RAC ed è c.p. per i rossi del Miraglia (36 – 10), al 36° meta di scuola argentina del rientrante Canzonieri trasformata da Pluchino (43 – 10). Seconda frazione di gioco, ed è monologo dal 42° al 68° minuto il RAC varca la linea di meta rispettivamente con Caruso 3, Dinatale 2, Minardi Emanuele, Fisher, Minardi Luca, Occhipinti, una sola la trasformazione di Dinatale (88 – 10), al 71° il Miraglia riesce nuovamente ad eludere la difesa Iblea ponendo l’ovale a centro dei pali, facile trasformazione (88 – 17), al 75° uno scatenato Caruso segna anche lui la sua quarta meta mettendo così in tasca il titolo di metaman del torneo di C (93 – 17), al 77° appena entrato al posto di Furnaro, Bellina A. nell’insolita veste di terza linea #8, porta lo scorer a (100 – 17) grazie alla meta trasformata da lui stesso, all’80° Fisher ringrazia tutti gli amici da par suo …. Meta (105 – 17). Tutti gli atleti del RAC sono stati impegnati per questo incontro in particolare l’eserdio di Abo-Ata. A fine incontro un fantastico terzo tempo e tanta festa ad Erman e Gianluca! Ancora più bella per la notizia giunta da Siracusa e il terzo posto nella classifica finale di una stagione tutto sommato positiva.

di Redazione16 Apr 2013 17:04