Condotta killer, controlli su strada

FOTO_telelaserLa Sezione Polizia Stradale di Ragusa, diretta dal Vice Questore Aggiunto Gaetano Di Mauro, continua i controlli per contrastare l’eccesso di velocità, responsabile, per il 60 %, degli incidenti mortali, definito dalla commissione europea dei trasporti “condotta killer”. I controlli sono stati effettuati nei giorni scorsi sulla SS 194 Modica Pozzallo, segnalata come pericolosa da cittadini ed associazioni di imprenditori, sulla SP25 Ragusa mare e sulla Ragusa Catania, strade nelle quali si sono verificati l’anno scorso incidenti mortali. Contro questa violazione del Codice della strada, già da una settimana, sono stati approntati controlli massicci con il telelaser; nei soli due giorni precedenti, sulla strada per Marina di Ragusa e sulla strada per Pozzallo sono state contestate nr. 20 infrazioni, con il ritiro di nove patenti nei confronti di utenti che avevano oltrepassato di oltre 40 km il limite previsto. Sono tre i residenti in provincia di Ragusa nei confronti dei quali il personale della Stradale sta svolgendo indagini su attività delegata dalla locale Procura, alla quale è stata inoltrata una richiesta di rogatoria internazionale da due Cantoni della Svizzera, presso i quali è stato commesso il reato di eccesso di velocità. I tre soggetti sono stati identificati nei giorni scorsi e si tratta di un cittadino residente a Ragusa, di anni 36, che ha ecceduto il limite di 35 km orari; di un comisano, di anni 60, che ha superato il limite di 27 Km orari e di uno sciclitano, di anni 38, che aveva superato di 19 km orari. I servizi di controllo continueranno anche durante le festività pasquali, nel corso delle quali verranno intensificate le pattuglie sul territorio provinciale, con l’ausilio di personale motomontato ed in borghese, al fine di contrastare le condotte più a rischio (eccesso di velocità, guida in stato di ebbrezza, mancato uso delle cinture ed uso del cellulare alla guida).

di Redazione28 Mar 2013 10:03