Hockey: l’Hc Ragusa capolista col fanalino di coda Barcellona

hckrgAnche se l’assurda situazione della mancanza di un impianto, sia pure al minimo della decenza, non consente all’Hc Ragusa la serie B sul suo campo davanti ai suoi tifosi e lo costringe “in casa” sul sintetico di Catania, l’undici di Ottavio Murè sta dominando il torneo e si propone con forza per i play off promozione.

Dopo il successo esterno sulla Raccomandata Giardini e la vittoria “casalinga” di Catania sul Cus Messina, i ragusani affrontano domani a Valverde il fanalino di coda Don Bosco Barcellona per l’ultima del girone di andata, in una sfida che li vuole nettamente favoriti. Certo, anche i barcellonesi hanno lo stesso problema che impone loro di peregrinare fino a Valverde per disporre di un terreno di gioco, ma purtroppo in questi casi non si può evitare innanzitutto di “guardare” in casa propria: per cui dobbiamo evidenziare ancora una volta l’assurdo di una squadra (con formazioni giovanili ed un buon vivaio) costretta alla diaspora perenne ed istituzionalizzata. Non è bello e meno ancora edificante: va bene che lo spelacchiatissimo campo di Marina di Ragusa (già quasi impossibile per il calcio) era un ripiego, ma farsi oltre centro chilometri per una partita casalinga ci sembra davvero troppo. Ne convenite?     

di Redazione01 Dic 2012 16:12