Santa Croce Camerina.Commercianti contro

tonyIncontro, stamani presso la sala giunta di palazzo del Cigno a Santa Croce Camerina, tra i rappresentanti di piccole e medie imprese e l sindaco Franca Iurato.

“E’ stato un incontro deludente su tutti i punti” afferma Guglielmo Mauro, commerciante. “Il sindaco ci ha dato l’impressione di essere impreparato, le solite scuse; lo stato ci impone… la passata amministrazione… Frasi già ascoltate ma di fatto nessun passo indietro. Ha rimandato tutto al prossimo anno ma i nostri figli devono mangiare, andare a scuola, adesso. Un sindaco in imbarazzo, tant’è che ci siamo alzati delusi ma non ci siamo sentiti di aggiungere nulla. Sembrava di “sparare sulla Croce Rossa”

“Volevamo che l’Amministrazione comunale di Santa Croce comprendesse le nostre esigenze. E, invece, niente. Si è preferito, per carità, lo dico senza alcuno spirito polemico nei confronti dell’altro comparto, destinare centomila euro al settore agricolo quando, con queste somme si sarebbe potuto cercare di aiutare in modo trasversale tutto il mondo produttivo del nostro territorio cittadino. Per tale ragione siamo molto preoccupati per tutto ciò che potrà accadere nei prossimi mesi. Questa ulteriore mazzata dell’Imu i nostri piccoli e medi imprenditori non la meritavano”. Queste le dichiarazioni di Tony Mandarà, presidente della locale sezione Ascom. Più aperto al dialogo,Vitaliano Pollari, uno dei componenti del direttivo Conf-commercio: “Il sindaco ha promesso che per il prossimo anno, quando porteremo all’amministrazione un censimento di tutte le attività che sono proprietarie dell’immobile dove lavorano si potrà studiare un piano di aiuto”.

Il sindaco Iurato, ha tenuto a precisare che i centomila euro, messi in bilancio sono per tutte le categorie, non solo per l’agricoltura. Intanto non si placano le polemiche e si progettano iniziative di protesta fin dentro il palazzo comunale.

 

di Redazione22 Nov 2012 16:11