Brutti “affari di famiglia”

FamilyAffairsNelle prime ore della mattinata odierna personale della Squadra Mobile ha dato esecuzione all’Ordinanza di Custodia Cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Ragusa Dr. Claudio MAGGIONI su richiesta del Sost. Proc. della Repubblica Dott.ssa Federica MESSINA ed il coordinamento del Proc. Capo Dr. Carmelo PETRALIA nei confronti di cinque persone, tre uomini e due donne, facenti parte di un sodalizio criminale dedito alla commissione di furti in appartamento a Ragusa. I malviventi, alcuni dei quali con precedenti penali, attraverso un collaudato “modus operandi”, effettuavano accurati sopralluoghi presso gli obiettivi da depredare e, conoscendo preventivamente le abitudini delle vittime, quasi sempre parenti, conoscenti o vicini, con vari escamotage (finte raccomandate da ritirare, avvisi del comune, etc.) le attiravano fuori dall’abitazione, svaligiandole senza problemi. Sono finiti in manette Salvatore Distefano, 49enne di Ragusa; Carmelo Antonio Mirabella, pluripregiudicato catanese residente a Ragusa di 41 anni; la compagna del Mirabella, Leonella Cascone, ragusana di 26 anni; Enrico Scenna, palermitano residente a Ragusa di 32 anni e la compagna di quest’ultimo Daniela D’Iapico, comisana di 43 anni. Distefano, inoltre, è il compagno della madre di Leonella Cascone (da qui il nome dell’operazione “family affairs”), che è indagata nell’ambito della stessa operazione. Diversi gli stratagemmi per fare allontanare le persone da casa. In un caso, prendendo di mira l’abitazione di una parrucchiera, Leonella Cascone ha richiesto una messa in piega a domicilio. Una volta che la casa era disabitata, Scenna e la compagna sono entrati e l’hanno ripulita. Circa 20mila euro l’ammontare totale della refurtiva. Otto i furti contestati alla banda oltre ad almeno altrettanti tentati furti. 

di Redazione26 Nov 2012 08:11