Isituita la Stroke Unit a Ragusa

ianogurrieriE’ stata una grande soddisfazione per l’On. Iano Gurrieri poter mostrare alle telecamere di Teleiblea, in una intervista in onda alle ore 21 di giovedi e in replica fino alle 14 di venerdi,  la copia del Decreto Assessoriale n. 2186, firmato da Massimo Russo, nel quale si sancisce l’istituzione e quindi il finanziamento della prima Stroke Unit in provincia di Ragusa. Per Stroke Unit si intende un’unita’ di 4-16 posti letto in cui i pazienti con ictus sono seguiti da un team multidisciplinare (neurologi competenti ed esclusivamente dedicati alle malattie cerebrovascolari, infermieri, tecnici della riabilitazione) che abbia le competenze per praticare la trombolisi.  Gli aspetti qualificanti delle Stroke Unit sono: la multiprofessionalità dell’equipe, l’approccio integrato medico e riabilitativo, la formazione continua del personale, l’istruzione dei pazienti e dei familiari. 
In particolare, risulta che nelle stroke unit si previene 1 decesso ogni 32 casi trattati, 1 paziente in piu’ ritorna a vivere a casa ogni 16 trattati, 1 caso ogni 18 recupera l’indipendenza. 
La presenza di un’equipe medica di neurologi specializzata nel trattamento dell’ ictus (stroke) permette di ottimizzare quelli che sono gli scopi della terapia dell’ictus:Si tratta dunque di una unità medica d’eccellenza che verrà allaocata, entro i prossimi sei mesi,  nel nuovo monoblocco ospedaliero di Ragusa.  Per Gurrieri, che tra l’altro è candidato alle prossime regionali nella lista Crocetta, è un risultato davvero eccezionale considerando che l’iter per ottenre questo importante risultato per la sanità iblea è durato ben 8 anni ed è stato seguito, per dovere di cronaca, anche dall’on Leontini.Il Dott. Cirignotta, commissario straordinario dell’ASP ha assicurato a Gurrieri in un incontro di qulache giorno fa, la sua piena disponibilità a mettere in pratica tutti gli atti dirigenziali finalizzati all’acquisto dei macchinari e alla formazione degli addetti nel più breve tempo possibile in modo da poter sistemare l’unità in quella parte del nuovo ospedale che potrà essere inaugurata nella primavera del 2013. E l’on Gurrieri è pronto invece a vigilare affinche tutto si svolga secondo le regole e nei tempi previsti.

di Redazione18 Ott 2012 18:10