La premiazione Veteran car

premiazioneveninataUn numero record di partecipanti, ben 85, e una serie di cerimonie che hanno rievocato la memoria di un grande pilota, Gigi Olivari, tragicamente scomparso durante l’ultimo Giro di Sicilia di 55 annifa. Si è chiuso, ieri, con un bilancio estremamente positivo l’edizione numero 17 dell’Autogiro della provincia di Ragusa (Trofeo Zanon) con gli organizzatori del Veteran Car Club Ibleo, guidati dal presidente Vito Veninata, con il segretario Antonino Provenzale, e tutti i componenti del Consiglio direttivo, che hanno ricevuto i complimenti del commissario federale Asi Luciano Olivieri e del consigliere federale Giuseppe Di Mauro, chiamati a supervisionare l’andamento della competizione. Dal punto di vista sportivo, è stato l’equipaggio Amico-Giannone, a bordo della De Soto Torpedo del 1928 che, oltre a vincere l’Autogiro, ha fatto incetta di vari trofei, dimostrando di avere un passo in più rispetto agli altri. Ma andiamo con ordine. Nella classifica assoluta, oltre all’affermazione al vertice del duo nisseno, da segnalare anche la seconda posizione di Carlo Veninata su Porsche 356 e la terza dell’equipaggio Lo Nardo-Piscitello su Fiat 1.200 Coupè. Sempre il duo Amico-Giannone, poi, si è aggiudicato la prima edizione del “Trofeo Azzarelli”, messo in palio da Azzarelli Modica, per avere dominato la prima prova speciale della giornata di sabato tenutasi lungo corso Umberto, nella città della Contea. Prima edizione anche per un altro trofeo, a cui il Veteran Car Club Ibleo tiene molto. E’ il Balilla 2012 dedicato alla memoria di Giovanni Pelligra, un consigliere del Vcci scomparso di recente. Ad aggiudicarselo l’equipaggio Stracquadaneo-Stracquadaneo su Fiat Balilla del 1935. L’equipaggio Amico-Giannone, insaziabile, ha poi vinto il trofeo “Gigi Olivari”, consegnato daMaurizio, figlio del grande pilota scomparso in modo tragico sulle strade iblee. Per quanto riguarda le varie categorie: primo posto nella classe Moderna per l’equipaggio Guarino-Alaimo su Lancia Fulvia; nella Post Classic primo il duo Veninata-Mililli su Porsche 356; nella Classic la vittoria è andata a Lo Nardo-Piscitello su Fiat 1.200 Coupè; nella Post Vintage primo posto per Salvatore Provenzale su Lancia Augusta del 1934; infine, nella Vintage ancora un’affermazione per l’equipaggio di Caltanissetta Amico-Giannone. Da segnalare, tra le altre splendide auto, una Giulia Speciale della Polizia di Stato, dotata di carrozzeria furgonata. E’ stata in dotazione ai reparti che operavano sulla rete autostradale fino alla seconda metà degli anni Settanta, quando fu sostituita dall’Alfetta.

di Redazione10 Set 2012 12:09