Si presenta il Distretto Turistico degli Iblei

 ibleiDopo oltre 24 mesi  di complesso iter burocratico, con decreto del 13 giugno 2012, è stato, finalmente, riconosciuto il Distretto Turistico degli Iblei che riunisce, oltre ai 12 comuni della provincia di Ragusa, in un contesto “territoriale” omogeneo, anche i comuni di Rosolini, Pachino e Portopalo della provincia di Siracusa e Vizzini, Grammichele, Licodia e Mazzarrone della provincia di Catania.  Il distretto turistico appena riconosciuto,  tra i più quotati in Sicilia per capacità ricettiva,  intende ora proporsi come una vera e propria agenzia per lo sviluppo locale puntando sulla ricchezza dei patrimoni ambientali e culturali e sulla qualità dei prodotti eno-gastronomici, della terra e dell’artigianato. L’organo di governo del distretto, presieduto da Mario Papa, avrà il compito di integrare, alla promozione del territorio, la propria offerta turistica con proposte innovative modellate dal piano strategico, sulle nuove esigenze dell’ospite italiano e straniero che una volta soddisfatto è protagonista del cosiddetto passaparola positivo. Essenziale tra i compiti del distretto anche il supporto alle aziende del settore  dell’ospitalità e dei servizi che, chiamate ad essere creative e professionalizzate, come i clienti che vogliono accogliere, dovranno contribuire a  valorizzare la cultura materiale e immateriale del territorio degli Iblei, adeguandosi ai nuovi stili di vita dei visitatori. Un percorso di cambiamento che sarà compito del distretto coordinare ed accelerare per dare fiducia agli investitori ma soprattutto ai giovani che potranno finalmente trovare lavoro in questo comparto dell’economia.Il distretto turistico degli Iblei presenterà  le proprie potenzialità e le strategie future nel corso di un incontro con la stampa previsto per martedi 26 giugno alle ore 12,30, presso la Sala delle Conferenze della Provincia Regionale di Ragusa, dove oltre ai componenti del Cda e al direttore Palazzolo, saranno presenti i rappresentanti dei sindaci dei 19 comuni e degli enti pubblici soci del Distretto Turistico degli Iblei. 

di Redazione25 Giu 2012 19:06