Riunione a Roma per l’aeroporto

aeroporto-di-comisoLunga e utile riunione  giovedi mattina presso la direzione generale per gli aeroporti e il trasporto aereo del  Ministero delle Infrastrutture tra il sindaco Giuseppe Alfano e il direttore generale Mario Pelosi con all’ordine del giorno la situazione di avvio dell’operatività dell’aeroporto di Comiso. Abbastanza soddisfatto il primo cittadino secondo il quale si aprono prospettive di cauto ottimismo per il futuro dell’aeroscalo comisano.

Credo di essere riuscito, appena in tempo, direi in zona cesarini per usare un’espressione calcistica,   a mettere in campo una iniziativa che potrebbe salvare l’aeroporto di Comiso che la bozza del Piano Nazionale dei Trasporti, rivista e corretta dal Ministero delle Infrastrutture sulla base della proposta elaborata dall’Enac, avrebbe invece potuto relegare a un ruolo di marginalità e di difficile operatività – dichiara il sindaco Alfano -. Al direttore generale Pelosi ho rappresentato le peculiarità dell’aeroporto di Comiso che invece nel documento verrebbe equiparato ad altri piccoli aeroscali con un traffico passeggeri annuo davvero irrilevante. Invece, l’aeroporto comisano non è ancora stato messo alla prova e, secondo stime autorevoli, andrebbe ad assorbire un traffico passeggeri annuo rilevante fin dal suo primo anno di attività. Ho pertanto chiesto che il nostro aeroporto sia messo nelle condizioni di operare per verificarne l’efficienza e poter di conseguenza valutare la situazione con maggiore cognizione di causa.  Stato,  Regione, Comune e società di gestione nel frattempo faranno la loro parte in merito alla gestione economica e si potrà procedere alla classificazione dell’aeroporto di Comiso, se di interesse nazionale o meno, ad un tempo successivo”.

Il direttore generale Pelosi – continua il sindaco Alfano – ha dimostrato apertura al dialogo e disponibilità a una visione concertata su queste soluzioni che dovranno essere corroborate da atti, fatti e dichiarazioni di volontà di tutti i soggetti coinvolti che, a tal fine, sono stati convocati dallo stesso direttore generale Pelosi per incontro che avrà luogo giovedì prossimo alle ore 10.30, sempre presso la sede della direzione generale per gli aeroporti e il trasporto aereo. Con grande onestà il dott. Pelosi ha espresso le difficoltà che si riverberano sulla vicenda in essere, difficoltà d’ordine economico, ma ha espresso la sua disponibilità a comprendere le istanze e le aspettative del nostro territorio. Mi auguro che si possa elaborare una progettualità condivisa che di fatto dia finalmente il via libera all’apertura dell’aeroporto. Ora più che mai e ancora di più, sono convinto che la vera arma a difesa dell’infrastruttura sia il dialogo e il confronto. Non ci si può limitare a rappresentare tutto in sistemi assolutistici – bianco o nero -, ma bisogna risucire a trovare delle zone di mezzo che permettano a tutti i soggetti coinvolti di portare a casa un risultato soddisfacente per tutti perchè, nel caso in discussione, non c’è una preclusione aprioristica per Comiso ma una difficoltà di bilancio da superare”.

di Redazione16 Giu 2012 10:06