Tutti insieme… appassionatamente per il PRG

>

Non c’è niente da fare,  il PRG che l’amministrazione Cassì vorrebbe portare all’approvazione del consiglio comunale fa sorgere molte perplessità. Oggi , otto consiglieri comunali e diversi gruppi politici e civici hanno deciso di promuovere un confronto sul nuovo Piano regolatore con professionisti, associazioni di categoria, sindacali e ambientaliste della città di Ragusa. L’iniziativa è di: Pd, consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, Articolo Uno, Patto per Ragusa, Territorio, Generazione e Ri-Pensare Ragusa, con i consiglieri comunali Mario Chiavola, Antonio Tringali, Sergio Firrincieli, Zaara Federico, Alessandro Antoci, Luca Rivillito, Gianni Mezzasalma, Raimonda Salamone. Un fronte unito che fa intravvedere anche quello che potrebbe essere una coalizione anti rielezione del sindaco in carica. Sarà interessante capire quali sono le vere contestazioni. Più volte si è parlato di “metodo” ma su questa voce il comune ha risposto che da più di 2 anni porta avanti l’iter informando tutti passo per passo. Bisogna invece entrare nel “merito” . E qui che sia fanno le scelte che cambiano una città. Non vogliamo tornare indietro nel tempo accusando chicchessia ma lo sviluppo che conosciamo oggi viene proprio da decisioni estreme, di sicuro dettate dalle esigenze del momento, ma che  hanno spostato l’asse cittadino verso i margini della città. Prima fu il periodo delle cooperative e nell’area del Selvaggio, neanche la migliore per la verità, sono nati decine di palazzoni a 6 e 7 piani. Poi è stato il momento delle villette a schiera e ci si è spostati verso la strada dei cento pozzi e aree limitrofe. Il centro è stato del tutto abbandonato e  le amministrazioni hanno fatto i salti mortali per dotare  questi  periferici  insediamenti dei servizi essenziali. Non hanno però mai funzionato ad esempio i trasporti pubblici e neanche, in qualche caso acqua e fognature. Dunque è importante non cedere a certe richieste ma sarà praticamente impossibile fa tornare la gente in città
L’appuntamento per parlarne è per mercoledì 21 dicembre, alle 18,30, al Centro commerciale culturale (via Giacomo Matteotti, 61).
“In considerazione della particolare importanza che assume il Piano Regolatore Generale per la vita e per il futuro sviluppo della città, riteniamo che occorra avviare un confronto ampio, articolato e a più livelli, che possa portare all’approvazione di uno strumento efficace, partecipato e che guardi alla città in una prospettiva convintamente rigenerativa e realmente inclusiva”, si legge nella missiva inviata a professionisti e associazioni di categoria, sindacali e ambientaliste.
“Avendo concluso una prima fase di analisi dello strumento proposto anche attraverso una comparazione delle previsioni in esso contenute con lo stato di fatto esistente e le previsioni del PRG vigente, intendiamo fornire alla vostra attenzione – prosegue l’invito – i dati emersi ed, inoltre, al fine di concludere l’azione propositiva di modifica della bozza proposta, riteniamo necessario
ascoltare le esigenze e le proposte rappresentate dagli ordini professionali, le associazioni di categoria, sindacali e ambientaliste”.

di Direttore17 Dic 2022 19:12