Il video del 4 novembre.

>

 

Non tutti lo sanno ma il 4 novembre è la Festa nazionale dell’Unità e delle Forze Armate. La poca fama di questa ricorrenza, istituita in pompa magna nel 1919, si deve probabilmente al fatto che dal 1976 essa non rappresenta più un giorno festivo (ecco perché si lavora e si va a scuola!) La data ricorda il giorno in cui nel 1918 entrò in vigore l’Armistizio di Villa Giusti, che però era stato firmato il giorno prima (quindi il 3 novembre 1918). Con questo Armistizio, che prese il nome dalla villa a Padova dove avvenne la firma, l’Impero Austro-Ungarico riconosceva la sconfitta e concedeva all’Italia, tra le altre cose, i territori di Trento e Trieste. Questo trattato di fatto sancì la fine della Prima Guerra Mondiale per il nostro Paese. Il 4 novembre , in genere, il Presidente della Repubblica e le massime cariche dello Stato rendono omaggio al Milite Ignoto, il soldato italiano reso irriconoscibile dalle ferite e la cui salma riposa presso l’Altare della Patria a Roma. Tale monumento è diventato il simbolo di tuti i caduti in guerra di cui non è stato possibile riconoscere l’identità. Oggi a Roma è stata una giornata piovosa ma le manifestazioni si sono svolte regolarmente. Il presidente Mattarella è poi andato a Bari dove erano previste altre celebrazioni. A Ragusa, come al solito, un corteo ha percorso le vie cittadine fermandosi in alcuni luoghi per depositare corone d’alloro. Il tutto si è concluso davanti al monumento ai caduti di Piazza San Giovanni dove il Prefetto, il Sindaco e i rappresentati delle forze armate hanno deposto la tradizionale corona d’alloro. Ecco il video

di Direttore04 Nov 2022 12:11