Intensa l’attività dei Carabinieri in provincia di Ragusa

>

Intensa l’attività dei Carabinieri della provincia di Ragusa in questi giorni. Nell’ambito del contrasto ai reati contro il patrimonio dei Carabinieri del Comando Provinciale di Ragusa, nei centri urbani e nelle periferie rurali i militari dell’Arma di VIttoria  venivano informati della presenza di sconosciuti, in un uliveto, che tagliavano i rami di alcune piante secolari per raccoglierne i frutti. Raggiunto immediatamente  il posto sorprendevano 3 ladri all’opera all’interno della piantagione che si erano dotati, oltre che di un  furgone per il trasporto delle ulive, anche di idonea attrezzatura e addirittura di una motosega a scoppio per recidere i rami degli ulivi e raccogliere le olive dai rami caduti per velocizzarne la raccolta. I militari hanno recuperato   100 kg di olive già caricate sul furgone, senza poter evitare i danni già causati agli ulivi secolari. I Carabinieri hanno pertanto sequestrato il furgone e l’attrezzatura e arrestato i 3 ladri per tentato furto aggravato in concorso che, dopo il rito direttissimo di convalida dell’arresto, venivano posti in libertà in attesa di giudizio.  I carabinieri di Modica intanto nella mattina di giovedì 20 ottobre hanno rintracciato ed arrestato G.L., 38enne rosolinese, A.V., 32enne pozzallese, entrambi coinvolti nelle attività criminali che, la scorsa settimana, nell’ambito dell’Operazione “THE FAMILY”, hanno portato all’arresto di 5 soggetti, già sottoposti a misura cautelare. La coppia, rintracciata dai militari dell’Arma attraverso approfondite attività d’indagine, risultava abitare nei pressi di Francoforte sul Meno, nella Germania sud-occidentale. Da qui i due conviventi davano il proprio contributo, anche economico, alle attività illecite della famiglia, interfacciandosi telefonicamente in prima persona con corrieri e fornitori di droga. Il coinvolgimento nel business criminale si faceva anche più intenso nei periodi estivi, quando i due ritornavano a Pozzallo per trascorrere le vacanze anche con i propri familiari.  Si conclude così l’Operazione “THE FAMILY” che, protrattasi da maggio a luglio 2021, ha permesso di disarticolare una fiorente attività criminale diretta da un nucleo familiare attivo nella compravendita e nella cessione di sostanze stupefacenti, in particolare di tipo eroina e metadone, operante esclusivamente nel territorio di Pozzallo. I 7 soggetti coinvolti sono accusati, a vario titolo, di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti continuata e aggravata poiché commessa da più persone in concorso tra loro. I soggetti destinatari dei provvedimenti restrittivi, emanati dal Tribunale di Ragusa e dal Tribunale per i minorenni di Catania, su richiesta delle rispettive Procure della Repubblica, sono stati condotti presso le case circondariali di Ragusa, Palermo Pagliarelli e Catania Piazza Lanza.

di Direttore21 Ott 2022 09:10