Il futuro di porti iblei. Malta è vicina

>

Il futuro di porti iblei non può non passare dalla vicina Malta. Come abbiamo detto venerdi scorso nel Tg di Teleiblea è in corso una manovra, assolutamente legittima, da parte di gruppi maltesi per acquisire spazi vitali nella nostra provincia che per loro rappresenta  il naturale e più vicino punto di approdo dal quale si è poi collegati con il resto d’Europa. Tutti sanno la storia dei catamarani a Pozzallo. Con l’avvento dei catamarani i passeggeri sono già diventati centomila all’anno e dal porto ibleo vengono inviate a a Malta merci di ogni genere creando un ottimo business. I maltesi hanno anche acquisito ulteriori spazi laterali per creare strutture utili a migliorare le operazioni. Per il porto di Marina la storia è un altra. La società che lo ha costruito da tempo aveva delle difficoltà economiche e i maltesi, che non si sa bene perchè hanno tantissimo denaro liquido, hanno deciso di approfittarne. Così hanno rilevato la società, pagato i suoi debiti con le banche e con le tasse  e sono subentrati nella gestione del porto a fianco del Comune. Nulla di strano. Anzi. Io che conosco bene gli amici dell’isola dirimpettaia vi posso assicurare che per quanto riguarda cucina e cibo devono ancora imparare molto ma quando si tratta di mare, navi e barche sono maestri. Il porto di  Marina può solo trarne giovamento. Resta anche il sogno del porto di Scoglitti ma non è escluso che a breve sentiremo parlare di qualche maltese che è interessato visto che c’è una grande concorrenza tra di loro per gestire e ampliare i collegamenti tra le nostre isole.
Ecco l’intervento di venerdì sera.

di Direttore30 Ott 2022 17:10