Ancora No! Musumeci si rassegni!

>

La corsa alla Regione vive una fase di stallo. Da Roma arriva un altro no al Musumeci bis. La coalizione torna ad incontrarsi sui temi delle politiche ma stavolta, sia pure informalmente, si parla anche di regioni. E per la prima volta Fratelli d’Italia dice chiaramente che la sua opzione è sul Lazio mentre la Lega chiede la Lombardia. E’ automatico che la candidatura in Sicilia tocchi a Forza Italia. Ma Miccichè ribadisce che il candidato si sceglie a Palermo non a Roma”  Un concetto che anche il leader della lega Matteo Salvini ha ribadito ad ogni occasione valida per parlare di candidatura alla Regione. Su una cosa, almeno, Lega e Forza Italia sono d’accordo. Ad oggi il candidato resta  Stefania Prestigiacomo anche se  su questo nome bisogna trattare. Se andrà così resta il tema dell’accordo con Fratelli d’Italia che in cambio chiede la presidenza dell’Ars. insomma il posto che attualmente è di Gianfranco Miccichè. E lui, Miccichè, si dice possibilista. Ad agitare le tensioni fra le due formazioni che si erano trovate, invece, d’accordo sul no a Musumeci da ultimo sono state le politiche sui migranti. Lo stop ai veti incrociati a fronte dell’inserimento delle politiche migratorie fra le priorità del programma anche regionale è stato chiesto ieri da Vincenzo Figucccia della Lega. Ma Miccichè adesso precisa che “i problemi ci sono, non c’è dubbio, Ma non possiamo lasciarli in mezzo al mare a morire,. Se si parla di migranti io, dice Micciche,  lo considero un problema ma non un fastidio. Bisogna partire dalla questione umanitaria e rivedere la politica sulle migrazioni”. Di fatto Miccichè considera superata la fase dello scontro anche perchè insiste sul proprio candidato alla presidenza

di Direttore02 Ago 2022 23:08