Sveglia per gli elettori delle primarie [vedi il tutorial]

>

Queste primarie dell’area di sinistra o progressista sembrano un brodino lento lento e quindi Claudio Fava ha deciso di andare all’attacco almeno per infuocare gli animi e dare una scossa all’elettorato delle primarie di per se abbastanza pigro. C’è poi il fatto che tutta l’organizzazione, essendo curata dal M5S, con il bene placido del PD, guarda al metodo ben conosciuto dai grillini che sono pronti al click day.  Quelli del PD, e ancora di più i simpatizzanti di Fava,  sono per le schede scritte a mano e rischiano di fare un tonfo. Nessuno scandalo ma dovremmo avere più contezza della candidata pentastellata che sembra abbia appena imparato la lezione da quelli che guidano il partito a Palermo.  Fava dunque  ha tentato l’affondo accusando le avversarie di starsene a Roma o a Bruxelles mentre in casa sono pochi a difendere le postazioni dagli attacchi, per Fava è un mantra, della mafia. La Floridia si è subito lanciata nella mischia: “ho letto le parole di Claudio Fava, ma, pur sforzandomi, ho fatto fatica a riconoscere un alleato. Ho letto invece una serie di attacchi e critiche ai compagni di viaggio. Molto meno alla destra che governa la Regione. Quella destra che rappresenta il nostro vero avversario. Proprio per questo, ricordo sempre a Claudio che queste primarie hanno l’obiettivo di stimolare il confronto, di mostrare ai siciliani cosa può fare ciascuno di noi, di descrivere il contributo che ciascuno di noi ha già dato e può dare alla causa comune se dovesse essere a capo di questa coalizione.
“È un errore e una pericolosa ingenuità – dice – per chi punta a governare l’isola in coalizione, attaccare gli alleati. A meno che Fava non pensi di poter fare tutto da solo, di sistemare strade, partecipate e sanità grazie a salvifiche interviste e non attraverso un progetto comune. Allora chiedo all’alleato: ritieni queste primarie un utile momento di confronto che prepara un’ esperienza di governo insieme, a prescindere da chi sarà il candidato governatore? Ci credi davvero nella nostra coalizione per la Sicilia? O è un fastidioso intralcio a un percorso personale?  Non sappiamo valutare queste dichiarazioni. In politica ci sta sempre un’attacco anche se velato all’aversario e forse la Floridia doveva lasciar correre e farsi la sua campagna. Non vorremmo ritrovarci di fronte ad un personaggio che vuole stare in politica ma non accetta critiche o richiami. Qualche anno fa i sindaci del M5S erano proprio così. Non sapevano amministrare, potrei citarne alcuni, e si lamentavano che qualcuno li criticasse.  Ora mi sento di fare un appello al popolo del centro sinistra, soprattutto del PD. Devono svegliarsi dal torpore di questi 5 anni e almeno conquistare la candidatura. Per questo vi facciamo vedere il tutorial, cioè il manuale per iscriversi al sito poi votare.

di Direttore13 Lug 2022 23:07