Il parco della perplessità

>

A seguito dell’incontro che si è tenuto giorno 7 luglio  presso il Libero consorzio comunale di Ragusa sul Parco degli iblei è venuta fuori una data entro la quale possono essere inviate, dal Libero consorzio alla Regione, le relazioni da parte degli enti e associazioni coinvolti nella perimetrazione del parco, per finire entro la fine del mese sul tavolo del ministero. L’on Campo ha dichiarato che  “Non si possono mettere sempre in discussione cose già avviate nelle precedenti interlocuzioni e in fase molto avanzata  siano definitivamente messi tutti gli enti locali coinvolti, le associazioni di categoria gli stakeholder etc. nelle condizioni di poter leggere e studiare le planimetrie di perimetrazione e zonizzazione definitiva; si rispettino i termini richiesti dal ministero per le definitive osservazioni e si guardi al futuro”. Ma nei diversi interventi di sindaci e rappresentanti di associazioni  sono invece emersi dubbi molto forti sull’utilità di un parco così grande e la paura degli operatori che vivono quel territorio giorno per giorno. Vi facciamo sentire la dichiarazione di Calogero Fasulo direttore della Coldiretti di RG/SR . A nulla valgono le assicurazioni ancora della Campo che garantisce che non ci saranno vincoli per chi lavora nel parco ma gli gli operatori non la pensano così.

di Direttore08 Lug 2022 23:07