Fondi per Rigenerare la nostre città. Ma poi?

>
Alla provincia di Ragusa sono stati assegnati più di 50 milioni di euro da destinare ad investimenti in progetti di rigenerazione urbana, volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale. In particolare, i fondi verranno erogati ai Comuni che hanno partecipato alle procedure indette dal Ministero dell’Interno entro il termine del 4 giugno 2021. Tra i soggetti aggiudicatari ci sono  Modica con un finanziamento totale di 10.000.000 di euro per 6 progetti finanziati; Vittoria con un finanziamento complessivo di 7.657.382 euro per 6 progetti finanziati; Ispica con un contributo di 4.250.000 euro per 5 progetti finanziati; Pozzallo con un contributo di 3.700.000 euro per 3 progetti finanziati; Comiso con un contributo di 5.000.000 di euro per 2 progetti finanziati e Ragusa con un contributo di 20.000.000 di euro e 3 progetti finanziati. Il Ministero dell’Interno ha precisato che su un totale di 2.418 progetti presentati, attualmente sono 1.784 le opere ammesse e finanziate e gli enti locali beneficiari sono complessivamente 483.  L’ammontare del contributo spettante a ciascun ente  è stato determinato con il decreto del 30 dicembre 2021 del ministero dell’Interno di concerto con il ministero dell’Economia e con il ministero delle Infrastrutture, inserito nel decreto di attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, tenendo conto del più elevato indice di vulnerabilità sociale e materiale (IVSM) dei Comuni. A Ragusa i fondi sono così suddivisi: 6,5 milioni per il restauro di Villa Moltisanti; 6,5 milioni per la riqualificazione della Vallata Santa Domenica; 7 milioni per trasformare il Foro Boario in polo fieristico polifunzionale. Come redazione ci permettiamo di dire che 6 milioni e passa per villa Moltisanti ci sembrano sprecati. La cosiddetta villa ha ben poco di storico e al momento consiste, in pratica, solo nelle mura esterne. Qualunque cosa si ci vorrà fare con quei fondi si potevano realizzare  strutture polifunzionali molto più idonee.  Alla fine però la questione si deve affrontare come per la metropolitana di superfice. I soldi faranno lavorare tante persone anche se saranno progetti inutili. L’unica consolazione è che non pesano sul bilancio comunale,
di Direttore03 Gen 2022 23:01