Il nuovo libro di Gianni Papa

>

Venerdì 19 alle 18, nella Sala Cartia di Rosolini, il presidente di “Cultura e dintorni” Corrado Calvo rinnova la tradizione dell’incontro con Gianni Papa per la “prima uscita” del suo nuovo libro “Hedia ultimo messaggio 10:00 N807” edito da Supernova Venezia. La sinossi dell’avvincente inchiesta sulla “brutta storia dimenticata” ritornata di grande attualità dopo la recente visita del presidente Mattarella in Algeria, è tratta dalla seconda di copertina.<In viaggio da Casablanca a Venezia, alle 10 del 14 marzo 1962 l’Hedia comunica il punto nave all’agenzia Il Gabbiano e annuncia il probabile cambio di rotta causa mare forza otto. Ma l’agenzia lancia l’allarme solo giorno 20, e presto la carretta classe 1915 è dichiarata perduta con tutto l’equipaggio. Il naufragio, che senza SOS, cadaveri, relitti, chiazze di nafta e coi giornali che scrivono di armi destinate alla guerra in Algeria e siluri magnetici appare da subito strano, si trasforma in inquietante a settembre, i parenti riconoscono cinque degli scomparsi nella foto di prigionieri rilasciati ad Algeri pubblicata da “Il Gazzettino”. E dIntanto viene fuori un quasi giallo dagli intriganti tocchi di fantapolitica, tra servizi segreti, evidenze negate, fake news, depistaggi, insabbiamenti di stato, l’attentato a Enrico Mattei, spudorate montature, che troppi mostrano di temere come un mortale virus carico della crudele arroganza del potere. Con l’aiuto del nipote di uno scomparso, lettere originali e con una creativa acribia nell’esame dei dati noti, l’autore apre il vaso di Pandora che custodiva la fine dell’Hedia cercando nessi, ponti e strade su cui basare la logica e la credibilità delle sei ipotesi proposte ai lettori. Un vaso che non potrà più essere rinchiuso, come impone l’inviolabile diritto al ricordo, rubato ai venti morti dell’Hedia e alla loro brutta storia dimenticata. Diritto rubato da altri uomini, non dagli anni, come hanno sempre cercato di farci credere. >>

di Redazione18 Nov 2021 16:11