Attesa crescita di contagi per il dopo ferragosto

>
Il dato dei ricoveri del 21 agosto per covid negli ospedali siciliani rispetto al 20 agosto vede un incremento complessivo di 15 unità, così come riporta il bollettino quotidiano del ministero. In terapia intensiva sono in cura 84 persone (1 in più rispetto a ieri). Il dato dei guariti è pari a 363 persone. 12 i decessi (2 del 20/08/21 – 5 del 19/08/21 – 3 del 18/08/21 – 1 del 16/08/21 – 1 del 13/08/21). I nuovi soggetti positivi rilevati sono 1739. I tamponi molecolari processati sono stati 8135. I tamponi rapidi sono stati 12677.
Questo il report dei nuovi positivi nelle province: 93 #Agrigento, 105 #Caltanissetta, 233 #Catania, 81 #Enna, 487 #Messina, 334 #Palermo, 126 #Ragusa, 185 #Siracusa, 95 #Trapani.
Le dosi di vaccino complessivamente inoculate sono 5531917.
La situazione non è ottimale e anche se alcune forze politiche plaudono al fatto che non siamo andati in zona gialla dobbiamo dire che servono provvedimenti seri e mirati. Razza, l’assessore regionale alla sanità, dice:
«Il trend di crescita dei casi di soggetti positivi impone, come preannunciato, un provvedimento di contenimento che decorrerà dal 23 agosto. Il tema, come abbiamo sempre detto, non è la “zona gialla” regionale, ma il necessario rallentamento dell’epidemia dove i casi sono crescenti per contagiosità. L’impatto sulla struttura ospedaliera, con un solo incremento di posti occupati in terapia intensiva, non può essere da solo valutato positivamente. È lecito attendersi ancora una crescita di contagi perché raccoglieremo nei prossimi giorni gli effetti del ferragosto. Nessuno può pensare che si mettano a rischio le persone e le attività economiche. Il problema sta dove ci sono minori vaccinazioni, quindi è là che si deve tempestivamente intervenire».

di Direttore22 Ago 2021 11:08