La settimana dell’ambiente

>

Saranno tre le aree tematiche che contraddistingueranno la Settimana dell’Ambiente
2021: Biodiversità, Custodi degli Iblei e Custodi del Mare. Questa mattina si è svolta
la prima riunione operativa per definire i dettagli dell’evento promosso dal Libero
Consorzio Comunale di Ragusa. A presiedere l’incontro, tenutosi presso la Sala
Consiglio dell’ente di viale del Fante, il Commissario straordinario Salvatore Piazza.
Molteplici gli spunti venuti fuori dal partecipato confronto con enti ed associazioni
ambientaliste che operano nel territorio ibleo, tra cui: Fareverde Vittoria, Centro
subacqueo Ibleo Blu Diving Ragusa, CAI Ragusa, Slow Food Ragusa e associazione
Pescatori “San Francesco” di Scoglitti.
L’edizione 2021 è in calendario per l’ultima settimana di luglio e, come detto, si
articolerà su tre assi portanti. Per la “Salvaguardia della Biodiversità” si
organizzeranno visite guidate ed occasioni di sensibilizzazione sulle eccellenze
agroalimentari. Per l’asse “Custodi degli Iblei” si valorizzeranno i luoghi di grande
impatto naturalistico della fascia interna del territorio provinciale mentre per l’asse
“Custodi del Mare” si darà spazio alle iniziative di salvaguardia degli ecosistemi
costieri e dei fondali marini.
L’intento della manifestazione, fortemente voluta dal Commissario Piazza, è quindi
quello di promuovere la tutela dell’ambiente e la salvaguardia delle peculiarità
paesaggistiche del comprensorio ragusano. Anche per questo motivo, oltre alle
iniziative rivolte al vasto litorale, da Cava d’Aliga a Scoglitti, ampio spazio avranno
le iniziative concentrate sui Comuni montani, ovvero Chiaramonte Gulfi, Monterosso
Almo e Giarratana. Non mancherà ovviamente l’attenzione alle riserve naturali, dalla
Macchia Foresta del fiume Irminio al Pino d’Aleppo.

di Direttore03 Giu 2021 23:06