Orgoglio di Statuto Siciliano

>

Dimenticare i compleanni non è una bella cosa soprattutto quando si tratta di una splendida Regione come la nostra che purtroppo, oltre al fatto che ci si scorda di lei, annovera tra i suoi problemi molte note di degrado e povertà. Il 15 maggio infatti è una data scelta per ricordare l’anniversario della nascita dello statuto e quindi dell’ente regione stesso e in questi momenti delicati sarebbe  opportuno  chiamare tutti a mantenere alto l’orgoglio siculo e l’appartenenza nel tentativo di sconfiggere, uniti, le problematiche denunciate. Ma non è così perchè non sono state programmate attività di sorta. Per inciso possiamo ricordare che nel “secolo scorso” la data del 15 maggio valeva come festa sia a scuola che negli uffici. Oggi non è cosi e l’on Dipasquale ha fatto pervenire un documento nel quale si evidenzia questa mancanza:   Sono circa le 15 del 15 maggio 2021 e mentre ricorre il 75° anniversario dello Statuto Siciliano, mi chiedo e vi chiedo come mai il presidente della Regione non sia ancora intervenuto per celebrare questo traguardo? Musumeci, che non perde occasione per apparire anche in occasioni meno importanti, deve essersi dimenticato di questa data storica. Oppure dobbiamo pensare che si tratti del risultato dell’alleanza con la Lega, visto che Musumeci ha deciso di affidare a quel partito l’assessorato all’Identità siciliana? Che vergogna…
Oltre a un timido accenno da parte del vice presidente Armao in un comunicato stampa su tutt’altro argomento, da Palazzo d’Orleans tutto tace. Credo che mancare questo appuntamento sia il segnale inequivocabile di un Governo che sta dimenticando le proprie origini.
Siamo alla frutta. Anzi, no, la frutta è finita da un pezzo: siamo all’amaro!”.
Lo dichiara l’on. Nello Dipasquale, parlamentare regionale del Partito Democratico, nel giorno del 75° Anniversario dello Statuto Siciliano segnalando il silenzio sull’argomento del governatore Musumeci.

di Direttore15 Mag 2021 15:05