G7, presente anche un abito della collezione Arezzo di Trifiletti

Un abito della prestigiosa collezione di Gabriele Arezzo di Trifiletti accoglierà gli importanti ospiti del G7 di Taormina (26-27 maggio). Si tratta dello stesso abito che ispirò Luchino Visconti per l’abbigliamento di Angelica, in una delle scene più famose del “Gattopardo”.

A curare il trasferimento del prestigioso abito (1857) sarà l’architetto Giuseppe Nuccio Iacono, già curatore delle mostre di abiti storici e del Museo del Costume, ormai prossimo all’inaugurazione. Da registrare la collaborazione della responsabile del Castello, Daniela Sgarioto, e da Simona Occhipinti, Antonio Sortino Trono, Giuseppe Cosentini, Giancarlo Tribuni Silvestri e dall’associazione Sud Tourist di Ragusa.

Così il sindaco Piccitto: “abbiamo colto questa occasione speciale, nell’ambito delle iniziative di promozione della collezione Gabrile Arezzo di Trifiletti che questa amministrazione intende programmare, per presentare agli occhi del mondo un simbolo della nostra tradizione e ricchezza territoriale. L’amministrazione comunale di Taormina ha recepito con entusiasmo la nostra proposta di esporre l’abito presso una sede prestigiosa al servizio del summit internazionale, dove avrà il suo quartiere generale tutta la stampa internazionale. Il nostro abito, con accanto un pianoforte, costituirà un elemento di grande attrazione che contribuirà ad impreziosire la hall del Palazzo dei Congressi di Taormina”.

di Carmelo Dipasquale22 Mag 2017 14:05