L’ospedale di Modica potrebbe diventare Spoke, Digiacomo sosterrà la proposta dell’assessore Gucciardi

Il futuro dell’ospedale di Modica al centro di un vertice fra l’assessore regionale alla Sanità, Baldo Gucciardi, ed il presidente della VI Commissione Servizi Sociali e Sanitari dell’Ars, Giuseppe Digiacomo. A renderlo noto lo stesso Digiacomo che dichiara: “ieri ho avuto un incontro con l’assessore Gucciardi per valutare la riconsiderazione della classificazione dell’ospedale di Modica. Entrambi abbiamo convenuto che la struttura merita un’apertura di credito, anche in considerazione dell’enorme massa di migranti che arriva quotidianamente da Pozzallo. Pertanto, la proposta dell’assessore sarà quella di classificare il Dea di Modica come Spoke e, per le ragioni esposte, avrà il mio sostegno”
Gli spoke, o centri di primo livello nelle indicazioni del ministero della Salute, sono infatti ospedali con bacino d’utenza compreso tra 150mila e 300mila persone e dotati di Dipartimenti di Emergenza e Accettazione.

di Redazione22 Mar 2017 13:03