Mafia a Vittoria. Musumeci: "Basta ipocrisia, serve più Stato"

“L’attentato incendiario di Vittoria, nel Ragusano, è solo l’ultimo episodio di un clima di forte condizionamento mafioso che la città subisce da oltre un decennio, nella più vergognosa inerzia dei governi centrale e regionale. Basta col solito copione recitato a turno da ben noti personaggi, basta con la moda di coniugare i verbi al futuro. Serve una azione forte e decisa da parte dello Stato, per ridare fiducia a tanti imprenditori onesti, costretti a vivere nella paura. Meno parole e più fatti! Si convochi con urgenza un vertice tra le istituzioni, magistratura, associazioni di categoria; si dia più attenzione alle esigenze del Comune e dei vittoriesi, si operi una radicale bonifica all’interno del mercato ortofrutticolo, si estenda il controllo capillare nelle campagne. Invece di aspettare che si arrivi al morto.” Lo dichiara il presidente della Commissione regionale Antimafia Nello Musumeci, che ha preannunciato per le prossime settimane la approvazione della relazione conclusiva sull’agromafia in Sicilia, indagine condotta negli ultimi due anni con particolare riferimento alla realtà della provincia ragusana.

di Redazione20 Feb 2017 11:02