A Scicli e a Jungi l'acqua non è potabile, il Comune è già a lavoro per ripristinare lo stato ottimale delle acque

E’ stata emanata questa sera una ordinanza con cui il sindaco di Scicli vieta l’uso a fini potabili dell’acqua distribuita dall’acquedotto comunale a Scicli e Jungi.
Le analisi delle acque prelevate dal serbatoio Rosario stamani, derivanti dalla sorgente Salto di Lepre, hanno evidenziato una elevata carica batterica.
L’ufficio tecnico ha elevato immediatamente i livelli di disinfezione al fine di abbattere al massimo la carica batterica nei serbatoi Rosario e San Matteo, che attraverso la sorgente di Santa Maria la Nova in minima parte viene ricaricato dalla sorgente Salto di Lepre.
I tecnici comunali stanno lavorando incessantemente per risolvere il problema.
E’ fatto divieto di uso a fini potabili dell’acqua distribuita dall’acquedotto comunale a Scicli e Jungi fino a nuova comunicazione.

di Redazione18 Gen 2017 11:01