Lo stato pietoso dei bagni pubblici in piazza San Giovanni. Come buttare 80 mila euro nel cesso!

E’ una vergogna lo stato di assoluto abbandono in cui versano i bagni pubblici di corso Vittorio Veneto. Da una fotodenuncia di Peppe Antonio Calabrese (ex consigliere comunale ed esponente del Pd) scopriamo lo stato fatiscente di questa struttura, l’unica in centro, in una zona della città frequentatissima da turisti e cittadini.
Già è intollerabile il fatto che questi bagni siano chiusi da mesi e non capiamo il perché, non abbiamo parole, invece, per lo stato in cui questa Amministrazione li ha ridotti.
Non va dimenticato, come ricorda Calabrese, che questa struttura costò alla collettività ben 80 mila euro, soldi che praticamente, è il caso di dirlo, abbiamo buttato nel cesso!
In questi bagni ci piove dentro, la muffa la fa da padrona e i nostri amministratori sono riusciti solamente a piazzare qualche secchio di plastica per raccogliere le copiose infiltrazioni. Chissà, magari, un intervento più deciso sarebbe stato più utile, ma forse la soluzione del catino è una precisa scelta estetico-politica dei nostri amministratori, che così hanno deciso di coccolare i cittadini e i nostri turisti. Nel frattempo si può andare tranquillamente a urinare nelle viuzze limitrofe.
A parte gli scherzi e ora? Nulla, dovremo spendere altri 80 mila euro, forse di più, per ripristinare ciò che fino a poco tempo fa funzionava benissimo. Complimenti!
bagno-1
bagno-4

di Rosario Distefano02 Dic 2016 13:12