Consorzi di Bonifica, presentato emendamento per il rilancio degli istituti consortili

Dopo avere organizzato, per lo scorso 14 novembre, un incontro tra i sindaci, le Organizzazioni Professionali Agricole e i dipendenti del Consorzio di Ragusa con l’Assessore Baccei, il parlamentare regionale del Partito democratico ha presentato alcuni emendamenti in Commissione Bilancio all’Ars, e uno di questi riguarda proprio i Consorzi di Bonifica.
“E’ stata chiesta – dichiara Dipasquale – l’abrogazione dell’art. 47, comma 11 – 1 quater della legge regionale 9/2015, che aveva creato un cortocircuito economico nei Consorzi per il paventato disimpegno finanziario della Regione nel 2015/2020 e aveva posto le condizioni per l’aumento spropositato dei ruoli consortili a carico degli agricoltori del territorio. Inoltre, è stata richiesta l’abrogazione dell’art. 4 della legge regionale 13/2014 ripristinando, di fatto , il contributo regionale pari al 95% delle spese esposte dai Consorzi per il personale a tempo indeterminato”.
“In conseguenza dei superiori emendamenti – spiega – ho richiesto che venga introdotta la possibilità che la Giunta di Governo della Regione Siciliana , su proposta dell’Assessore Agricoltura, Sviluppo Rurale e Pesca Mediterranea, possa deliberare, nelle more dell’attuazione della legge di riforma dei Consorzi di Bonifica, la sospensione parziale dei ruoli dei Consorzi per il triennio 2014/2020 e ciò nella considerazione della criticità economico finanziario che attraversa il comparto agricolo al quale non possono essere caricate le ulteriori tasse consortili, ancorché legate alle attività degli enti di bonifica”.
“È intendimento – annuncia infine Dipasquale – trovare nella Finanziaria regionale quelle provviste economiche che serviranno a rilanciare l’istituto consortile che quanto prima dovrà essere restituito, per la gestione, agli agricoltori razionalizzandone la spesa e ottimizzandone le risorse umane con la salvaguardia della stabilità dei posti di lavoro sia a tempo determinato che indeterminato. Tutto questo lo si potrà fare coniugando efficienza, efficacia ed economicità dei servizi essenziali resi dai consorzi all’utenza agricola con una rigorosa gestione della spesa consortile”.
L’emendamento dell’on. Dipasquale è stato sottoscritto anche dai deputati Ferreri, Lupo e Alloro.

di Redazione16 Nov 2016 14:11