Perdita della Bandiera Blu. La Busso difende il suo lavoro

Riceviamo e pubblichiamo.

“Non è nostro costume intervenire nei dibattiti politici. Ma quando si tira in ballo il nostro lavoro non possiamo esimerci dal dire la nostra”. Così Maurizio Busso, responsabile del cantiere di Ragusa dell’impresa ecologica Busso Sebastiano Srl, che gestisce il servizio di igiene ambientale in città, a proposito della vicenda della mancata attribuzione della bandiera blu a Marina. “Leggiamo – spiega – che tra le motivazioni principali che avrebbero determinato questa situazione c’è quella riguardante il livello della raccolta differenziata che, avendo raggiunto “solo” il venti per cento, non sarebbe stata sufficiente a garantire i parametri minimi per la concretizzazione del riconoscimento della Fee. Ora, a parte che i livelli di differenziata della città di Ragusa sono tra i più importanti in Sicilia e, direi anche, del resto del Sud Italia, vorrei umilmente fare notare che, proprio in questi ultimi giorni, la città di Ispica ha comunicato ufficialmente i propri dati sul territorio comunale, con una Rda al 5%, percentuale di differenziata notevolmente inferiore a quella di Ragusa. Ci sembra, però, che proprio a Ispica la bandiera blu sia stata attribuita. Non ci compete sindacare sui motivi riguardanti l’attribuzione o meno del riconoscimento, ma di una cosa siamo certi e cioè che le quote di raccolta differenziata a Ragusa rispettano assolutamente gli standard richiesti”.

di Redazione18 Mag 2015 15:05