“Zago chi?” Nel Pd ibleo è ormai guerra aperta. Nessuna distensione

Pubblichiamo integralmente la risposta di alcuni dirigenti del Pd ibleo a Salvatore Zago.

“Zago chi? Quella inviata, nei giorni scorsi, alla stampa – a firma di Salvatore Zago – sulla vicenda relativa all’assemblea provinciale del 4 luglio scorso, sembra una dichiarazione surreale. Altro che farsa come dice lui. E a leggerla ci si chiede: questo è lo stesso Zago che  gridava ‘fuori, fuori’ all’indirizzo della senatrice Venera Padua e del gruppo di minoranza, allorquando hanno votato il segretario provinciale Denaro? E’ lo stesso onorevole  Zago, segretario e ‘leader’ provinciale Pd fino a tutto il 2013, colui che parla oggi di ‘farsa’ e di ‘morale’ all’indirizzo di alcuni dirigenti provinciali Pd? Vorremmo – nel merito dei fatti – ricordare a Zago che Giovanni Spadaro, segretario Pd e consigliere comunale di Modica, ci risulta essere stato ‘convocato’ – sì convocato – per una riunione pre-assemblea, al fine di tentare di dirimere una questione che fa ridere (?) non i dirigenti ma gli elettori del Pd, cui parteciparono Mario D’Asta, Salvo Liuzzo, Sergio Failla, Giovanni Denaro, Gaetano Gaglio e Gaetano Farina, segretario di Santa Croce. Sì, proprio quella riunione in cui (su proposta di Gaglio ritenuta percorribile da Spadaro) si era trovato un accordo, condiviso da tutti i dirigenti provinciali, approvata dal segretario Giovanni Denaro. Onestà intellettuale vorrebbe che potesse confermare Denaro stesso quanto stiamo affermando.  I componenti  dell’assemblea – i ‘tanti’ a cui fa riferimento Zago – che non si sarebbero (e non si sono) accreditati, risulterebbero nei fatti appena 5 (2 di Modica e 3 di Ragusa) che – tra l’altro – asseriscono di aver detto che se fossero state bastevoli  le loro ‘presenze’ per  il raggiungimento del quorum avrebbero garantito i “numeri” con la loro presenza. Per la cronaca, due di Ragusa non si sono accreditati (Prato e Licitra, gli altri non potevano accreditarsi). Ma di certo c’è che Mario D’Asta si è accreditato. Per cui la prossima volta Zago, prima di prendere carta e penna, si informi meglio invece di scrivere inesattezze e bugie. Quindi, caro il nostro Zago – sempreché parliamo dell’onorevole ex segretario provinciale curva Sud dell’assemblea provinciale del novembre 2013 – la morale la faccia a chi vuole ma non certo alla senatrice Padua. E se proprio vuole riferirsi a ‘esempi ‘ … provi a parlare della modalità di voto del presidente dell’assemblea e del tesoriere… dell’assemblea provinciale del Pd che – per la cronaca – è stata introdotta dalla lettura di una mezza paginetta,  in 30 secondi, di Enzo Napoli, a seguito della quale nessuno dei delegati ha capito cosa avesse votato. O – ancora – perché non chiarisce  Zago il motivo per cui nella precedente assemblea svoltasi a Ragusa, a seguito dell’abbandono della sala da parte di delegati delle federazioni di Comiso e Vittoria – ‘ordinata’ dagli stessi dirigenti che ora hanno votato a Comiso – la “minoranza” non ha proceduto all’elezione del presidente, etc.? Forse … perché non c’era il numero legale, oggi ritenuto, cosa non essenziale…e forse perché ritenuto oltre tutto una operazione politicamente inopportuna per il bene del partito? E – non poteva – la dichiarazione di Zago – ancora riflettendo  su quelle stesse assemblee provinciali – concludere con la ‘morale’ affermando che ‘qualcuno’, invece di parlare e agire solo sul piano ‘mediatico’, si attivasse per mediazioni e sintesi risolutive delle opposte posizioni. Ma stiamo  parlando sempre dello stesso Zago? O stiamo parlando di argomenti riferiti a fatti diversi… da quelli accaduti all’assemblea di Comiso  – a margine dei quali – Salvo Liuzzo, delegato proprio del circolo di Comiso, ha definito pubblicamente la vicenda in questione “una porcheria”, e successivamente, 3 giorni dopo, sulla stampa, un delitto politico? Ma forse si parla di fatti diversi … o come abbiamo sospettato all’inizio – di un altro Salvo Zago!”
F.to
Giovanni Spadaro – Segretario Pd Modica
Armando Cannata – Segretario Pd Scicli
Gianni Lauretta – Segretario circolo “Tumino” Pd Ragusa
Tony Francone – Segretario circolo “Rinascita Democratica” Pd Ragusa
Pino Amato – Segretario circolo Monterosso Almo
Carmelo Ferrara – Segretario circolo Giarratana
Sergio Failla – Segretario circolo Chiaramonte

di Redazione24 Lug 2014 11:07