“Movida sicura”. Durante il fine settimana controlli a tappeto dei Carabinieri

Nel weekend appena trascorso, i carabinieri della compagnia di Vittoria hanno proseguito l’intensificazione dei controlli nell’ambito dell’operazione “movida sicura” appositamente predisposta con il fine di garantire l’ordinato e sicuro svolgimento del weekend. a tal proposito i controlli si sono concentrati nella fascia costiera della giurisdizione e nelle vie principale di comunicazione con i centri urbani ipparini, anche grazie alla maggiore dinamicità dello strumento operativo garantita dai militari motociclisti, in forza al nucleo radiomobile. Nello specifico, nel corso dei servizi, sono state impiegate 20 pattuglie e 40 uomini tra venerdì e domenica sera, con l’effettuazione di numerosi posti di controllo con contestuali perquisizioni veicolari e domiciliari tese alla ricerca di droga e armi, con l’utilizzo altresì dell’etilometro per contrastare l’utilizzo delle autovetture e dei motocicli sotto l’effetto di alcool.
nello specifico, nel corso del servizio i militari della stazione di Acate hanno tratto in arresto per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali:
– Zambuto Francesco, vittoriese cl. 94, residente Acate (Rg), celibe, disoccupato, con precedenti di polizia,
poiché, nel corso della redazione del verbale di contravvenzione, per essere stato sorpreso a transitare, privo del casco di protezione, a bordo del proprio motociclo Piaggio liberty 125 nonché sprovvisto di copertura assicurativa, proferiva frasi ingiuriose e minacciose all’indirizzo dei militari operanti, colpendo con calci e pugni uno di loro, procurandogli lesioni giudicate guaribili in giorni 10. Contestualmente Zambuto risultava positivo all’alcoltest per un valore pari a 2,09 g/l.
Nel corso della medesima operazione, i militari operanti deferivano in stato di libertà:
– D.G., vittorise cl. 95, ivi residente, celibe, disoccupato, pregiudicato, in atto sottoposto alla sorveglianza speciale di Polizia di Stato con obbligo di soggiorno, in violazione delle prescrizioni del provvedimento preventivo;
– B.R., vittoriese cl. 94, ivi residente celibe, bracciante agricolo, incensurato, poiché veniva sorpreso alla guida della Lancia y, sprovvisto di patente di guida ed in evidente stato di ebrezza con un tasso alcolimetrico pari a 1,17 g/l:
– V.G., comisano cl. 95, residente ad Acate, celibe, disoccupato, pregiudicato, veniva sorpreso alla guida del proprio ciclomotore Piaggio Beverly 250, privo della targa e della copertura assicurativa, inoltre era sprovvisto della patente di guida perché non l’aveva mai conseguita;
– A.P. rumeno cl. 86, ivi residente, ma di fatto domiciliato in Acate, bracciante agricolo, venivano sorpreso alla guida di un motociclo sprovvisto della patente di guida perché mai conseguita con a bordo una connazionale, il cui ciclomotore risultava oggetto di furto denunciato  il 17 ago 2011  presso la stazione dei CC di Ragusa da un cittadino, al quale veniva restituito. Nel corso del medesimo servizio veniva segnalato all’ufficio territoriale del governo di Ragusa, con contestuale sequestro della sostanza stupefacente: 21enne vittoriese, disocuppato, incensurato, in seguito a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di gr. 4 di marijuana. Gli stessi dovranno rispondere ognuno per la parte di competenza dei reati di guida senza patente, mancanza copertura assicurativa e guida in stato di ebbrezza alcolica.

di Redazione14 Lug 2014 10:07