Regolamento Iuc. Sonia Migliore: “Nessun regalo da 5 milioni, solo un po’ di elemosina”

“Indubbiamente l’assessore Martorana è il più vivace esponente della Giunta Piccitto, specializzato in finanza ‘creativa’ o ‘pazza’, come più volte è stata definita dal presidente Giovanni Iacono”. Afferma Sonia Migliore dopo essere venuta a conoscenza delle dichiarazioni dell’assessore sul regolamento Iuc.

“Martorana la deve smettere – continua la Migliore – di dare numeri a vanvera. Come dimenticare le frottole che ci raccontò appena un anno fa in agosto: “Il Comune è disastrato”, “Abbiamo trovato 86 milioni di debiti”, “Ci sono 10 milioni di bollette non pagate”, “La Regione e lo Stato ci hanno applicato tagli per 10 milioni di euro”, oggi scopriamo che tutto ciò non è vero, evidentemente il sol leone gli fa male”.

“Il suo giochetto era troppo chiaro sin dall’inizio, adesso, però, si è palesato a tutti. Ha aumentato le tasse per 10 milioni di euro, aumentando l’Imu ed inserendo la Tares, quando non ce ne era assolutamente bisogno, poteva mantenere, infatti, l’impianto della Tarsu, estremamente più vantaggioso per i cittadini, ma lui si impuntò ed inserì la Tares, che dopo un mese sarebbe decaduta, retrodatandola a tutto l’anno. Ignorando i nostri appelli ed azzittendo, pure, Conti dicendogli che non erano affari suoi. Ma l’aumento delle tasse aveva un unico scopo, lo denunciai allora e lo denuncio ora, ossia creare un tesoretto. Martorana negò di aver trovato 10 milioni di avanzo di amministrazione, certificati dai revisori dei conti e così oggi nel conto consuntivo può dichiarare 13,5 milioni di avanzo amministrazione, con 5 milioni di euro di entrate in più”.

“In conferenza stampa continua a dire bugie. Ha affermato, infatti, vantandosene tra l’altro, che l’abbattimento dell’aliquota della Tasi farà risparmiare, ai cittadini, 5 milioni e mezzo di euro. Falso! Il risparmio sarà al massimo di un milione e duecento mila euro. Ma Martorana è furbo ed omette di dire, artatamente, che ha ricevuto 2,5 milioni di euro dallo Stato come compensazione per l’esenzione Imu. Non dice che la Regione gli ha certificato14 milioni di royalties, di cui 7 milioni appena accreditati. Non dice, inoltre, che i tagli, sia statali che regionali, quest’anno (2014) ammontano a 5 milioni di euro, senza contare i 6 milioni e 600 mila euro ricevuti per il fondo di solidarietà. Altro che Comune disastrato, con 16,5 milioni di euro, a cui vanno sommati i 13 milioni di avanzo, il Comune di Ragusa non solo non ha alcuna preoccupazione economica, ma avrebbe potuto e dovuto fare molto di più per i suoi cittadini”.

“Martorana e Piccitto devono chiedere scusa ai ragusani per aver tolto solo la Tasi e solo ad alcune categorie, come per esempio solo agli immobili del quadrilatero del centro storico. Un’Amministrazione accorta avrebbe abbattuto l’Imu, per i negozi, per gli artigiani, per le botteghe, per fabbricati di interesse artistico e storico oltreché per tutti quei terreni edificabili, la cui aliquota, non dimentichiamolo, rimane ancora al 9 per mille, Martorana avrebbe potuto riportarla al 7,60 per mille così come la trovò quando si insediò. Avrebbe dovuto, inoltre, abbattere l’Irpef e la Tasi per tutti”.

“Ma le falsità non finiscono qui. Anche sul comodato d’uso per la seconda casa, che così viene equiparata alla prima, quando sono i figli a concederla ai genitori o viceversa, ha detto la sua verità. Già l’anno scorso noi gli consigliammo di seguire l’esempio dei tanti comuni italiani, che avevano deciso di inserire questa norma. Martorana allora bocciò la nostra proposta, che poteva essere attuata, ed adesso si vende questa idea come un suo risultato”.

“Il fatto è uno ed incontrovertibile: Martorana ha aumentato le tasse, per 10 milioni di euro, solo per creare un tesoretto e così, con questa manovra bieca, una mera mossa mediatica, sta cercando di convincere i ragusani di avergli fatto risparmiare 5 milioni di tasse. Quando sono appena 1,2 milioni di euro: buoni ma non bastano. Infine Martorana dice bugie quando afferma che ha lavorato solo, senza dirigenti, perché omette di dire che da quando si è insediato ha avuto a sua disposizione ben tre esperti contabili pagati 2 mila euro al mese. Ha detto bugie, insieme al suo sindaco, quando propagandarono il dimezzamento degli stipendi dei dirigenti, come già denunciai, nessuno stipendio è stato ridotto, anzi hanno aperto altre 7 posizioni organizzative ed assunto altre 4 dirigenti”.

“Sulla Iuc e sul Bilancio di previsione del 2014 – conclude la Migliore – avremo tanto da discutere in Aula, questo è solo il primo assaggio. Un consiglio, infine, lo vorrei rivolgere ai 5 Stelle, non si scomodino a replicare a questa mia nota con i soliti insulti, perché, ormai, non mi fanno più impressione”.

di Redazione28 Giu 2014 16:06