Vittoria. La Guardia di Finanza sequestra una pistola modificata ed arresta il proprietario

La Guardia di Finanza di Vittoria ha tratto in arresto Rosario F. del 1979, poiché in un locale dell’azienda da lui gestita è stata rinvenuta una pistola a salve artigianalmente modificata, in grado di sparare cartucce calibro 7.65. L’azienda opera da diversi anni nel settore del commercio di prodotti chimici per l’agricoltura.
L’arma rinvenuta, una “Kimar” calibro 8 mm, era originariamente fabbricata per l’utilizzo di cartucce a salve. Solo grazie a successive ed illegali modifiche, effettuate da abile artigiano, la pistola è stata resa offensiva e poteva sparare proiettili veri.
Le alterazioni hanno riguardato in particolar modo la canna, ora totalmente libera, rispetto a quella originale “otturata”.
Le Fiamme Gialle hanno inoltre rinvenuto e sequestrato 14 cartucce risultate anch’esse alterate. Sono infatti tutte “rigenerate”, ovvero si tratta di munizioni utilizzate, raccolte e poi nuovamente riempite con piombo e polvere da sparo. Per conservare il buono stato d’uso della pistola, il trentacinquenne vittoriese aveva a portata di mano anche due bombolette di spray lubrificante per armi.
L’uomo è stato tratto in arresto e posto ai domiciliari, su disposizione della Dott.ssa Serena Menicucci, Sostituto Procuratore della Procura della Repubblica di Ragusa, che dirige le indagini.

 

di Redazione09 Apr 2014 11:04