Modica. Tre catanesi colti con le mani nel sacco dalla Polizia di Stato

La Polizia di Modica ha bloccato per tentato furto in concorso e violazione delle leggi in materia di raccolta e trasporto di materiale ferroso, i tre Catanesi,V.G. di anni 49, V.A.R. di anni 25 A.S di anni 35, tutti con precedenti di polizia anche per reati contro il patrimonio.
I tre, in trasferta a Modica a bordo di un autocarro, transitando nei pressi di una ditta di materiale elettrico, peraltro già vittima di furto alcuni mesi addietro, non hanno resistito alla vista di alcuni colli di tondini in ferro, determinandosi a completare il loro carico di materiale ferroso quotidiano, appropriandosene furtivamente.

Infatti, approfittando della circostanza che il luogo dove era depositato il materiale di loro interesse non era sorvegliato, i tre uomini decidevano di iniziare a caricare i tubi nel loro autocarro, quando venivano sorpresi e bloccati da una pattuglia della Polizia, allertata da un passate che, insospettito dal comportamento dei tre uomini, aveva CHIESTO AUSILIO AL 113.
L’intervento tempestivo della Polizia impediva ai tre catanesi di portare a termine il furto e di lasciare la città indisturbati.
Il gruppetto, tra di loro parenti, veniva quindi condotto in Commissariato dove, dopo le formalità di rito, venivano denunciati in stato di libertà, atteso il danno di lieve entità per il furto,ed anche per reati in materia di raccolta e trasporto di materiale ferroso, avendo effettuato una attività di raccolta, trasporto e recupero di rifiuti in violazioni della normativa specifica.

Al termine delle incombenze i tubi in ferro venivano riconsegnati al legittimo proprietario, mentre l’autocarro ed il materiale ferroso in esso contenuto è stato sequestrato ed affidato in giudiziale custodia ad una ditta incaricata.

di Redazione03 Apr 2014 14:04