Dopo i furti di rame il Comune di Comiso riattiva il depuratore di Pedalino

Riattivato il depuratore di Pedalino, inattivo per mancanza di elettricità dopo i furti di rame consumati nei giorni scorsi grazie al gruppo elettrogeno fornito dalla Protezine Civile.
“Purtroppo, a seguito dell’azione dei ladri che hanno asportato parecchi cavi elettrici dell’Enel nelle campagne circostanti a Comiso e Pedalino, – ha dichiarato il sindaco Filippo Spataro – diverse utenze private sono rimaste prive di corrente elettrica. Insieme ad esse anche il depuratore di Pedalino ha subito un blak out con conseguente rischio per la depurazione delle acque reflue. Ho interessato del caso, per le gravi conseguenze che ne sono derivate, la stessa Enel e la Prefettura di Ragusa affinchè si pervenga a un immediato ripristino dell’erogazione della corrente elettrica a tutte le utenze. Nel caso del depuratore, ho interloquito col dirigente provinciale della Protezione Civile il quale comprendendo le evidenti implicanze di rischio ambinetale che ne avrebbero potuto derivare, ha disposto la fornitura da parte della stessa Protezione Civile di un gruppo elettrogeno che permetterà la ripresa della funzionalità del ciclo depurativo”.

di Redazione11 Apr 2014 07:04