Dei “galli cedroni” fanno scoppiare una mega rissa a Scoglitti

Il tutto è iniziato in un noto locale notturno della città di mare, complice qualche bicchierino di troppo, alcuni ragazzi italiani hanno iniziato, da prima, a rivolgere qualche complimento nei confronti di una ragazza rumena, poco dopo, hanno iniziato, invece, ad infastidirla pesantemente.

A questo punto sono interveniti i suoi amici, che si sono frapposti tra lei e i “galli cedroni”. Vola qualche parola di troppo e qualche spintone, sino a quando la comitiva degli italiani, circa una ventina, fanno muro e costringono i rumeni ad abbandonare il locale. Non contenti iniziano ad inseguirli con le macchine. I rumeni, a bordo di due auto, provano a seminare i loro inseguitori dando vita ad una folle corsa sulla provinciale Scoglitti-Gela, quando una delle due auto dei rumeni tampona, involontariamente, l’auto dei loro amici, buttandola fuori strada.
Una volta raggiunti dagli inseguitori italiani, il più facinoroso di questi ha estratto una pistola ed ha esploso alcuni colpi contro l’auto dei romeni, causando la fuga di tutti quanti.

La Polizia del Commissariato di Vittoria intervenuta sul posto ha svolto le prime indagini ed i primi accertamenti, in primo luogo escludendo che si fosse trattato di un’arma vera, dato che il parabrezza dell’auto non era andato in frantumi né appariva scalfito. Poi dopo avere rilevato che i romeni erano in grado di riconoscere i loro aggressori, la polizia ha proceduto alla loro identificazione.
Due di loro sono stati pertanto denunciati all’Autorità Giudiziaria, per il reato di minaccia aggravata, perché proveniente da più persone e con l’uso delle armi.
Si tratta di due ragazzi noti alle forze dell’ordine, S.A. di 18 anni e I.N. di 27 anni, entrambi vittoriesi.

di test11 Mar 2014 12:03