Acate. In 24 ore i Carabinieri denunciano sette persone a piede libero

La recrudescenza dei reati nelle zone rurali di Acate ha determinato l’intensificazione dei controlli da parte dei Carabinieri. Nelle ultime 24 ore la Compagnia di Vittoria ha impegnato 10 pattuglie e 20 uomini per setacciare il territorio interessato dai raid che depredano abitazioni e aziende agricole. Grazie a questi controlli i militari hanno ritirato una patente, hanno fatto 5 contravvenzioni violazione al codice della strada, decurtato 5 punti dalle patenti di guida e sequestrati 2 veicoli oltre a denunciare 7 persone per: furto, tentato furto, ricettazione e guida senza patente.

Nello specifico hanno denunciato: S.R.M. gelese classe 70 e S.G. gelese classe 80, entrambi residenti ad Acate, coniugati, pastori e con precedenti di polizia. A seguito della perquisizione i due venivano trovati in possesso di due taniche contenenti complessivamente 40 litri di gasolio, rubate ad un imprenditore edile del luogo, al quale sono state restituite.

S.P. rumeno classe 88, bracciante agricolo e C.T., rumena classe 88, bracciante agricola, entrambi conviventi e residenti ad Acate, incensurati,sono stati sorpresi a bordo di un motorino rubato il 28 maggio 2012 a Marina di Ragusa. Il conducente, inoltre, risultava privo della patente di guida perché mai conseguita.

Infine, sono stati denunciati a piede libero I.G. comisano classe 53, C.G., comisano classe 35, e E.R. rumeno classe 99, tutti erano incensurati. I tre si erano introdotti all’interno d in una azienda agricola, dove hanno tentato di rubare 6 casse di arance per un totale di 120 chilogrammi, la refurtiva è stata consegnata al proprietario.

 

 

di Rosario Distefano23 Gen 2014 11:01