Pozzi B e B1 sotto osservazione. Intanto si cercano alternative

san rubinetto“Dall’intensa attività di monitoraggio dei pozzi B e B1 sottoposti da due mesi dall’ASP 7, dall’ARPA, da un laboratorio privato e dall’Università di Catania ad una serie di analisi chimiche e batteriologiche, si registra un netto miglioramento dei valori complessivi  dei due pozzi”. Ad affermarlo è il Commissario Straordinario dr.ssa Margherita Rizza che assieme ai tecnici comunali ha avuto modo di confrontare i diversi valori  dell’acqua che è stata periodicamente prelevata alla bocca dei due pozzi”. “Anche se i valori sono in netto miglioramento – precisa la dr.ssa Rizza – l’acqua dei pozzi B e B1 non viene immessa nella rete idrica comunale.  La settimana prossima effettueremo nuove analisi chimiche e batteriologiche per verificare se ci sono buone prospettive per un eventuale recupero di uno o di entrambi i pozzi. Continuano comunque di buona lena i lavori di allaccio alla rete principale dell’acquedotto dell’ASI e quelli concernenti il completamento del pozzo di Contrada Bruscè, utili a dare una grossa boccata d’ossigeno al quartiere sud della città che da diverse settimane viene servito dalle autobotti. Siamo dunque in piena attività anche per avviare quanto prima i lavori di realizzazione di almeno tre nuovi pozzi d’acqua.  Continuo a lavorare serenamente con la piena collaborazione di tutta la struttura tecnica ed amministrativa del Comune  ed assumerò tutte le decisioni necessarie nei tempi e nei modi che riterrò opportuni”.

di Redazione21 Mar 2013 19:03

Privacy Preference Center