Pallamano: la Reusia diventa “Crazy” e riparte dalla serie B

reusia1Forse il primo a non credere che per la pallamano ragusana il campionato di serie B 2010-2011 sarebbe stato davvero l’ultimo, era proprio il patron Saro Cappello, che aveva chiuso l’attività (anche per il discutibile comportamento della Federazione) dopo la splendida stagione conclusa subito alle spalle della promossa in A2.

La conferma (auspicata) è arrivata dall’ appassionata e coraggiosa decisione di Riccardo Tasca, fortissimo e storico portiere della Reusia e di altre squadre ragusane del passato, che ha raccolto l’eredità del mitico Saro, creando, in nome della dichiarata “dipendenza” dalla vecchia società, la Handball Crazy Reusia. Con lui il gruppo di giocatori dell’ex Reusia, che costituitiranno la base per la rosa della nuova formazione: ammessa dalla Federazione alla serie B con un doveroso riconoscimento dal sapore di “pentimento tardivo”. Da bravo presidente Riccardo s’è messo al lavoro per allestire una squadra in grado di dire la sua, avviando contatti importanti con un allenatore esperto di un torneo difficile come la B. Fedele al primo amore, che anche nello sport non si scorda mai, Saro Cappello (nessuno ne dubitava) si è detto disponibile: non solo per dare a Riccardo e collaboratori i preziosi consigli da espertissimo addetto ai lavori, ma (forse) anche per qualcosina di più.

di Redazione20 Set 2012 13:09