Pediatria a Ragusa sotto attacco mediatico [intervista]

>

Dobbiamo dire che il gruppo di mamme che si stanno battendo per la riapertura della Pediatria a Ragusa sa di certo il fatto suo. Infatti dopo l’affissione di alcuni 6×3 in città, diversi messaggi sui social oggi si è occupato del caso anche il TG  regionale. Non che sia una conquista mediatica ma è vero che si tratta di una testata regionale e in qualche modo gode di una certa autorevolezza. La domanda sulla pediatria l’abbiamo fatto anche al commissario Russo (vedi intervista sotto)  che ha ha spiegato come intende muoversi ma i tempi non sono certo rapidi. Intanto il sindaco di Ragusa, vista l’attuate contingenza politica ha  incontrato  con il comitato spontaneo di cittadini che sollecitano la riapertura del reparto di Pediatria presso l’ospedale Giovanni Paolo II. Riportare nel capoluogo, –  dice  il Sindaco  geograficamente baricentrico rispetto alla provincia, in una struttura tra l’altro nuova e moderna come il Giovanni Paolo II, un reparto delicato come quello di Pediatria. È la richiesta di buonsenso portata avanti da tutti noi, dalla comunità ragusana e in
particolare dal Comitato spontaneo Riaprite Pediatria, con cui oggi ci siamo riuniti e confrontati.
C’è,  come ha detto l’Asp , una difficoltà a reperire personale, ma non si può semplicemente prendere atto di uno stato dei fatti negativo, facendo spallucce e senza lottare per cambiarlo. apprezziamo questa dichiarazione  di Cassì che decide di impegnarsi a fondo L’iniziativa di queste mamme e di questi papà è efficace, non hanno mai desistito, riuscendo a tenere alta l’attenzione. L’impegno, quindi, è a fare fronte comune, a tutti i livelli, per sostenere l’istanza accorata di riavere all’Ospedale Giovanni Paolo II un reparto di Pediatria attivo 24ore su 24. Serve al più presto una stagione di concorsi attrattivi, serve coinvolgere anche Ragusa nella turnazione dei pediatri che già operano in ospedali vicini, serve alzare il livello della protesta per una battaglia giusta.
Non vogliamo togliere Pediatria da altri Comuni perché tutti i bambini e i pazienti
hanno uguale diritto a essere curati; vogliamo che il più nuovo ospedale della
provincia, già fornito di un moderno ed accogliente reparto pediatrico, torni alla
normalità”.

di Direttore24 Gen 2023 14:01