Gas a scrocco!

>

Nonostante l’azienda erogatrice agli avesse già sigillato il contatore per morosità nel pagamento delle bollette, un ristoratore di Ragusa non si è fatto alcuno scrupolo nel rompere i sigilli e riprendere a consumare il gas per le esigenze del proprio locale. Per questo motivo, dopo il sopralluogo svolto dai tecnici della società di distribuzione che hanno segnalato alla locale Stazione Carabinieri la violazione, il ristoratore è stato denunciato in stato di libertà per il reato di furto aggravato continuato avendo indebitamente utilizzato quasi 8mila metri cubi di gas per un valore stimato in circa 12mila euro.  Il soggetto, pregiudicato, non è nuovo a fatti di questo tipo: già in passato infatti è stato denunciato per furto di energia elettrica essendosi allacciato abusivamente alla rete dell’alta tensione sempre per alimentare le attrezzature del locale che, peraltro, era anche stato chiuso dai Carabinieri del NAS di Ragusa che vi avevano riscontrato alcune violazioni alla normativa di settore.  Non sappiamo in questo caso quale siano le reali circostanze e non si può certo giustificare il comportamento del ristoratore ragusano ma se ci si dovesse trovare di fronte a utenti che non possono pagare la bolletta del gas  a causa degli aumenti indiscriminati e insensati degli ultimi mesi  almeno si può arrivare a comprenderli.

di Direttore16 Dic 2022 14:12