Solidarietà ai sanitari di Vittoria ma….

>

La situazione nei pronto soccorso degli ospedali della provincia non è certo idilliaca. Ogni giorno arrivano lamentele di cittadini costretti ad ore e ore di attesa. L’ultima vicenda fa riferimento al Guzzardi di Vittoria ed il sindaco Aiello ha ripreso le lamentele in un post.
Così è subito scoppiato il caso.  Ad aprire il dibattito l’Asp che dichiara:  si apprende con sorpresa e rammarico, dell’ennesimo post del sindaco di Vittoria che, sulla propria pagina Facebook, alimentando una ridda di commenti offensivi e gratuiti, parla di “sanità insostenibile”; “sanità vittoriese al punto di rottura”; “Pronto Soccorso è una trincea” e “servizi insostenibili”. Pur nel flusso costante di accessi, che negli ultimi giorni ha messo a dura prova il personale in servizio, e al netto delle attese che possono infastidire gli utenti, non si rintracciano criticità rilevanti o episodi fuori dal comune. Invitiamo pertanto il sindaco Aiello, qualora ce ne siano i presupposti, a riferire di eventuali disservizi direttamente alla Direzione dell’ASP, in modo da facilitare la risoluzione dei problemi.
E Aiello è pronto a ribattere :  Spiace rilevare come la Direzione strategica dell’Asp di Ragusa, abbia voluto strumentalizzare un intervento del Sindaco Aiello sui Social, con cui denuncia, dopo averlo appreso da cittadini che hanno vissuto sulla loro pelle e averlo verificato personalmente, le interminabili attese nell’area del pronto soccorso dell’ospedale “Guzzardi” di Vittoria, di decine di ore.
Nella nota diffusa oggi alla Stampa, inoltre, si legge: “ sanità al punto di rottura. Alimentando una ridda di commenti gratuiti e offensivi, parla di sanità e servizi insostenibili”. Infine, nella nota si ipotizza che il Sindaco, nel suo intervento, possa avere messo in discussione la capacità e la professionalità del personale sanitario e parasanitario, o possa avere alimentato commenti sgradevoli nei confronti dell’Asp. “Tutto ciò, oltre che imbarazzante e sgradevole, è vergognoso” ha dichiarato il primo cittadino..
“Tutto questo è fuori luogo e gratuito” continua  Aiello “nella mia nota, che è ancora sulla pagina Facebook citata nella nota Asp, dichiaro esplicitamente  e senza possibilità di doppie interpretazioni, che sono grato a tutto il personale, per i sacrifici che affronta sulla propria pelle. Forse qualcuno vuole volutamente dimenticare che il Sindaco, nel proprio territorio, è il responsabile della sanità, quindi piuttosto che attaccare gli interventi tendenti a rendere più umano il lavoro degli operatori e più snelle le interminabili attese, si provveda piuttosto a potenziare gli organici. Ognuno svolga il proprio ruolo e le critiche, se sono costruttive, vanno prese in considerazione e valutate”

di Direttore01 Set 2022 19:09