L’amore per la nostra isola!

>

Una piazza stracolma ha accolto ieri sera la candidata alla Presidenza della Regione Siciliana, on. Caterina Chinnici, alla festa di apertura della campagna elettorale dell’on. Nello Dipasquale, parlamentare regionale uscente ricandidato all’ARS per il Partito Democratico.
“Siamo pronti a dare ai siciliani una speranza, dopo cinque anni di malgoverno della destra guidata da Musumeci – ha detto Dipasquale – mai avremmo immaginato di ritrovarci in mezzo ai rifiuti, senza lo straccio di una soluzione, senza impianti e con i Comuni costretti a mandare la spazzatura fuori dall’isola con costi anche quattro volte maggiori, ovviamente a discapito dei contribuenti; abbiamo visto compiersi il disastro anche in Sanità, basti pensare all’azzeramento dei pronto soccorso e dei reparti in genere nonostante le ingenti risorse dell’emergenza Covid; allo stesso modo nulla è stato fatto per gli altri settori strategici del nostro territorio come il turismo,  l’agricoltura, l’artigianato, il commercio e la zootecnia. Nulla è stato fatto negli ultimi cinque anni e la nostra Sicilia è stata del tutto abbandonata. Prova ne è il fatto che Musumeci è stato bocciato in primis dai suoi alleati che, fino alla fine, non lo hanno voluto ricandidare. Sulla base di queste semplici considerazioni riteniamo che la destra che ha governato con Musumeci non meriti nuovamente la fiducia dei siciliani. Per questo proponiamo un’alternativa, con l’on. Chinnici a palazzo d’Orleans: una donna preparata, competente e determinata che saprà far voltare pagina alla Sicilia e ai suoi abitanti. La sfida delle elezioni ci vede in campo tutti compatti, il 25 settembre, per dare ai nostri cittadini e alla nostra comunità un nuovo modello di sviluppo e crescita. Non possiamo bruciare altri cinque anni con danni irreversibili per il nostro territorio”.
L’on. Chinnici, contenta di vedere piazza Duca Degli Abruzzi ricolma di gente, ha esposto in modo semplice e diretto ai presenti la propria idea di Sicilia e le motivazioni che l’hanno portata ad accettare la proposta di candidatura avanzata dal Partito Democratico: “A farmi accettare è stato l’amore per la nostra isola – ha detto – un amore che porto dentro e che intendo usare impegnandomi affinché i nostri giovani possano costruire il proprio futuro in Sicilia. Per fare questo abbiamo preparato un programma ambizioso che tocca ogni settore, cominciando dalle infrastrutture di cui la Sicilia ha tanto bisogno, passando per le politiche del lavoro, per il welfare (ipotizzando tra l’altro anche l’istituzione di un fondo di solidarietà regionale a sostegno del caro bollette) per la sanità, per il settore agricolo e zootecnico, per il turismo e la cultura. Un programma che sarà sostenuto dalle nostre competenze, dalle nostre capacità e, soprattutto, dalla nostra volontà politica che è ciò che davvero è mancato negli ultimi anni perché cambiasse qualcosa. Inoltre, dovremo porre massima attenzione a come spendere le risorse del PNRR: bisogna istituire un ufficio regionale dedicato a supporto degli Enti affinché siano guidati pre, durante e post nella gestione dei bandi poiché stanno per arrivare 50 miliardi di euro e non ci saranno più alibi, non si potrà dire che qualcosa che si poteva fare non si è fatto. Somme che non risolveranno tutti i problemi, ovviamente, ma che, se ben utilizzate, riusciranno davvero a migliorare la nostra Sicilia”.
Poi un appello tra le dichiarazioni rilasciate da Chinnici ai giornalisti presenti, quello di “andare tutti a votare perché solo così possiamo dare voce al nostro pensiero e scegliere al meglio chi deve rappresentarci e governare. Bisogna valutare veramente bene – ha concluso – perché è un momento davvero particolare e unico per il Paese e per la nostra Sicilia e quindi è importante che il 25 settembre gli elettori scelgano di farsi rappresentare da chi, veramente, dia la sicurezza che lavorerà per dare una svolta alla nostra Regione, per renderla efficiente e moderna.

di Direttore12 Set 2022 22:09