Gli sgoccioli di Musumeci non riguardano Ragusa ne in terra ne in cielo!

>
 Il governo Musumeci, nel corso dell’ultima seduta della giunta, ha deliberato di investire altri 134 milioni di euro nell’acquisto di altri  12 treni: otto nuovi “Pop” e 4 altri treni elettrici di ultimissima generazione. Il programma d’acquisto arricchisce così la flotta già rinnovata dai 25 “Pop” entrati in servizio nell’ultimo triennio, dal valore di oltre 182 milioni di euro, e dai 22 treni bimodali “Blues”, la cui maggior parte sarà consegnata già entro fine anno, dal valore di 164 milioni di euro.
 Oltre agli investimenti per potenziare le principali dorsali di collegamento fra i maggior centri abitati (Palermo, Catania e Messina), c’è stata una accelerazione sulla sostituzione del materiale rotabile con l’acquisto principalmente di treni non inquinanti, privilegiando scelte dirette verso politiche ambientali sostenibili: in questo modo più della metà dei convogli saranno nuovi di zecca, rendendo così la nostra flotta fra le più giovani d’Italia». I nuovi convogli verranno utilizzati principalmente sui collegamenti delle dorsali ionica (Messina-Catania-Siracusa) e tirrenica (Palermo-Messina), consentendo così di poter spostare i “Minuetto” (singoli e doppi) sulla tratta Palermo-Agrigento.  Quindi niente sulla Siracusa Ragusa o sulla Ragusa Xirbi Palermo che andrebbero a migliorare i collegamenti della Sicilia su orientale con la capitale.. Bisognerebbe ricordarselo al momento opportuno ed anche nel settore aereo nessuno si ricorda del nostro territorio.  Il governatore si è recato a Dublino in questi ultimi giorni di amministrazione per ottenere la solita dichiarazione dei vertici della Ryanair: «Per noi di Ryanair la Sicilia rimane uno dei mercati più interessanti. Non è un caso che assicuriamo nell’Isola oltre cento tratte, di cui sessanta internazionali, e che contiamo di effettuare nuovi investimenti, specie nei collegamenti interni». Lo ha ribadito l’amministratore delegato di Ryanair,  Eddie Wilson, nel corso dell’incontro avuto oggi nella sede di Dublino con il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci  Al centro del colloquio anche il potenziamento dei collegamenti da e per Trapani, dove da almeno due anni si registra una robusta crescita in termini di movimenti e di passeggeri. Musumeci ha assicurato al numero uno di Ryanair che «la Regione continuerà a sostenere la strategia della compagnia irlandese, con l’obiettivo di arrivare presto a venticinque milioni di viaggiatori, in partenza e in arrivo in Sicilia».  E quindi ci si scorda di Comiso. Ma già dimenticavamo. Comiso ora è della Sac di Catania ci penseranno loro a farci volare……
di Direttore27 Lug 2022 22:07