Nuovo presidente Ance Ragusa

>

Si è svolta il 2 luglio scorso 2021 a Ragusa, l’Assemblea dei Soci ordinari di ANCE Ragusa che ha proceduto all’elezione del Presidente per il prossimo quadriennio 2021-2025.
Dopo una lunga attività di consultazione dell’intera base associativa ad opera della
Commissione di Designazione, che ha registrato un ampio gradimento verso un unico
candidato, l’Assemblea dei Soci, ha eletto, con una convergenza unanime (solo tre schede
contrarie ed una bianca, su 103 voti validi!), il geom. Giorgio Firrincieli alla Presidenza di
ANCE Ragusa per il prossimo quadriennio.
L’Assemblea, su proposta del Presidente Firrincieli, ha proceduto ad eleggere quali
Vicepresidenti l’Ing. Nunzio Rosso e il geom. Gianluca Zaccaria, mentre Tesoriere è stato
eletto il geom. Santo Cutrone.
Nella medesima Assemblea sono stati eletti i 5 Componenti del Consiglio Generale che, così,
completano la nuova squadra di ANCE Ragusa: Cappello Raffaele, Chessari Fabrizio, Cilia
Gianluca, Lembo Maurizio e Ruta Rosario.
“Ringrazio innanzitutto il Presidente Caggia che ha guidato con determinazione la nostra
Associazione in questi ultimi due mandati e che mi ha sostenuto in questa delicata fase di
rinnovamento della Governance!” queste le prime parole del nuovo Presidente Firrincieli,
che continua: “Il mio progetto per il prossimo mandato di Presidenza è un progetto che
nasce dal NOI, e necessita dell’attiva partecipazione e del convinto coinvolgimento delle
nostre Imprese Associate seguendo priorità e temi che, in sede assembleare, ho sintetizzato
in cinque punti:
– Rapporti con la Pubblica Amministrazione, l’obiettivo strategico è rendere l’Associazione
ancora più efficiente ed efficace nel sostenere le istanze dei propri Soci e così, già entro i
primi sei mesi e per tutta la durata del mandato, sarà operata una ricognizione sulle criticità
per ogni Comune, Ente per Ente, Amministrazione per Amministrazione anche attraverso
assemblee territoriali e tematiche al fine di sviluppare azioni incisive e proporre soluzioni
concrete;
– Appalti e Contratti Pubblici, problema di straordinaria e drammatica attualità, poi, è
rappresentato dall’eccessivo aumento del costo dei materiali, anche questo non alla nostra
portata, ma che ANCE nazionale ha ben chiaro e confida di vederlo quanto meno mitigato
con il prossimo Decreto Legge sull’emergenza. Infine, la preoccupante crisi di liquidità della
nostra Sicilia con imprese esecutrici di lavori pubblici che non percepiscono i loro SAL ormai
da oltre 6 mesi ci spinge a dare forte sostegno all’azione che ANCE Sicilia, quasi
quotidianamente, fa emergere sulla stampa e con puntuali note al Governo
regionale…forse, ma ne parleremo in altra occasione, occorre deporre il “fioretto” della
diplomazia ed imbracciare la “spada” della protesta, anche dura e con azioni eclatanti;
– Sostegno all’Edilizia Privata (rigenerazione urbana e Eco/Sisma Bonus), l’obiettivo
strategico da perseguire sarà quello di favorire ed implementare, attraverso impulsi decisivi
di ANCE Ragusa, le possibili iniziative di riqualificazione e sviluppo del patrimonio
immobiliare e la velocizzazione dei vari iter burocratici per il rapido avvio dei progetti di
efficientamento energetico e mitigazione del rischio sismico degli immobili;
– Promozione della Bilateralità (Cassa Edile ed Ente Sfera), l’obiettivo strategico, di
conseguenza, sarà quello di promuovere la cultura della regolarità e la cultura della
sicurezza favorendo, ancor più che oggi, l’adozione di meccanismi premiali che possano,
quindi, accrescere l’etica imprenditoriale ed abbassare i costi del lavoro. Tenendo sempre
ben presente che il sistema bilaterale è governato al 50% da ANCE Ragusa e per il restante
50% dal Sindacato con il quale occorre, in ogni caso, discutere ed intrattenere le corrette
relazioni industriali;
– Servizi associativi, l’obiettivo strategico di mandato sarà dunque quello di potenziare
l’offerta dei servizi ai Soci da un canto e dall’altro predisporre una accurata campagna di
marketing associativo e di comunicazione al fine di accrescere e valorizzare il “brand” ANCE
anche attraverso l’istituzione delle sedi decentrate.”
Il Presidente Fiirincieli, è Ragusano “DOC”, classe 1966, sposato e padre di due figlie, è un
imprenditore figlio d’arte, il padre ha fondato l’attuale Impresa (Firma Impianti Srl) della
quale il Firrincieli è Amministratore Unico.Imprenditore con interessi sia nel ramo dell’edilizia privata che in quello degli Appalti Pubblici, opera all’interno degli Stabilimenti ENI e Colacem gestendone la manutenzione.
A livello nazionale è componente della Commissione per i Rapporti Sindacali e le politiche
industriali di ANCE ed è componente della Segreteria ristretta;

di Giuseppe Guglielmino03 Lug 2021 17:07