Quasi già “tutto esaurito”. E da noi????

>

Stiamo parlando delle isole Baleari che hanno fatto registrare il quasi “sold out” delle loro strutture alberghiere in pochissimo tempo, ossia dopo la ripresa delle vendite dei voli dalla Germania.

Biglietti dei trecento voli andati venduti in pochissimi minuti e prenotazioni che, rispetto al 2019, sono più del doppio per le isole Baleari. Una sorta di “fuga di massa” dalla Germania verso queste destinazioni, indicate come “covid-free”, o quasi, ma in ogni caso super sicure. Tutto nasce dall’ok dato dal governo tedesco alla ripresa degli spostamenti proprio verso le isole Baleari. Queste, insieme ad altre zone della Spagna, sono state indicate come “mete sicure” dal punto di vista della pandemia. Vuol dire che chi si recherà a Maiorca, Ibiza o Formentera in vacanza, al rientro in patria non dovrà osservare il periodo di quarantena obbligatorio. Il ritorno dei turisti è reso possibile dallo “stato di grazia”: i 19 casi ogni 100.000 abitanti, tra i più bassi dell’intero continente. Una notizia che corre veloce sul web e che “spinge” altri turisti a scegliere le Baleari come meta del ponte pasquale.

Eurowings, la compagnia low cost del colosso Lufthansa ha annunciato di aver istituito 300 collegamenti aggiuntivi per Maiorca le cui prenotazioni sono state vendute in brevissimo tempo. La Tui, altro vettore che collega gli scali tedeschi con quelli spagnoli ha registrato richieste doppie rispetto allo stesso periodo del 2019 mentre Easyjet che collega Berlino con le Baleari annuncia un trionfale +446% rispetto a un anno fa. Per la Spagna potrebbe trattarsi solo dell’antipasto dal momento che il 17 maggio anche la Gran Bretagna – loro tradizionale bacino di mercato – farà cadere i divieti di spostamento. E in Italia? O meglio, in Sicilia? Le piccole isole potrebbero essere luoghi super-sicuri. I casi sono davvero pochissimi e creare una “bolla” contro il coronavirus, con tamponi a tappeto per individuare gli eventuali asintomatici e porli in quarantena sembra un’operazione abbastanza semplice. Pensiamo alle isole Eolie, patrimonio Unesco, oppure alle Egadi. Invece tutto tace. E i turisti “scappano” verso altre isole felici.

di Direttore17 Mar 2021 22:03