Tutti per Edy!!!

Mini-rimpasto in vista alla Regione Siciliana. Forza Italia – come riporta Giacinto Pipitone in un articolo del Giornale di Sicilia – sarebbe pronta a dare a Musumeci i nomi dei due nuovi assessori. La prossima settimana ci sarà un incontro decisivo tra il presidente della Regione e il leader dei berlusconiani, Gianfranco Micciché. In uscita, il siracusano Edy Bandiera (oggi all’Agricoltura) e la messinese Bernadette Grasso (Personale) anche se ad essere sostituiti potrebbero essere più di due. Miccichè vorrebbe in giunta il trapanese ex parlamentare Tony Scilla. Musumeci non ha ancora dato l’ok per cui altra ipotesi è quella di Stefano Pellegrino assessore e ciò consentirebbe a Scilla di entrare in Parlamento in quanto primo dei non eletti. Tra i papabili anche Michele Mancuso.
Questo accade spesso in politica. Assessori che vanno e che vengono senza che nessuno se ne curi visto che c’è ormai una disattenzione generale per i fatti della Regione. Ma per onor di cronaca dobbiamo aggiungere l’intervento dei distretti agroalimentari del Sud-est Sicilia che si schierano a sostegno di Bandiera.
«Il rimpasto non s’ha da fare: è una questione di buon senso, soprattutto per un settore nevralgico come quello agricolo!»
A sostenere l’Assessore Edy Bandiera sono ancora una volta le imprese agroalimentari del Sud-Est Siciliano che dopo le voci su un possibile rimpasto nella Giunta Regionale hanno manifestato incredulità e preoccupazione! Si tratta di un coro unanime di oltre 400 imprese quello proveniente, nello specifico, dal Distretto Orticolo del Sud-Est Sicilia e dal Distretto del Cibo del Sud-Est Siciliano.

A tal proposito, il Presidente del DOSES, Antonio Cassarino ha dichiarato: «È in corso una crisi sociale senza precedenti e siamo fortemente preoccupati della sopravvivenza delle nostre famiglie e dei nostri dipendenti, e proprio ora fa capolino l’idea di un rimpasto per l’Assessorato all’agricoltura?

Anche il Presidente del Distretto del Cibo del Sud-Est Siciliano, Domenico Di Stefano, ha manifestato preoccupazione e ha dichiarato: «Occorre una strategia condivisa tra le filiere al fine di rafforzare e di rilanciare il comparto agroalimentare e per promuovere incontri B2B sia con i
rappresentanti nazionali della GDO e il canale HO.RE.CA. poiché l’emergenza Covid-19 ha rivoluzionato gli scenari e le abitudini dei consumatori. Un rimpasto adesso non gioverebbe assolutamente al tessuto socio-economico agricolo».

di Direttore07 Dic 2020 23:12