Spazi culturali a bando.

Il fine è certamente buono anche se avremmo preferito che ci fosse un pò di selezione, un metodo basato sul merito o sulla qualità del progetto per l’utilizzo ma affidando la cosa ai privati si rischia di demandare tutto al denaro. Però, e questa è la considerazione positiva, almeno ci sarà qualcuno a  gestire la fruizione di questi spazi culturali in città. Per tutto il 2021, da aprile covid permettendo, almeno fino a quando il Comune non sarà in grazio di presentare un progetto complesso che, attraverso la calendarizzazione degli eventi, la promozione e la gestione economica, possa riportare Ragusa ad un buon livello culturale.  Ecco il testo del bando comunale.

L’Amministrazione comunale intende valorizzare due sedi espositive di proprietà
dell’Ente facendo sì che all’interno delle stesse possano essere organizzati eventi
artistici e culturali.
Per questo motivo sul sito istituzionale dell’Ente, nell’apposito spazio destinato ai
“Bandi di gara”, è stato pubblicato l’avviso pubblico per la concessione in uso, da
aprile a dicembre 2021, delle sedi espositive del Centro Servizi Culturali “Emanuele
Schembari” di via Diaz e dell’ Auditorium S. Vincenzo Ferreri di Piazza G.B.
Hodierna di Ibla..
Le proposte di utilizzo di predetti immobili dovranno riguardare l’organizzazione di
mostre e/o eventi di carattere artistico e culturale, anche di giovani emergenti. Di
particolare valenza nazionale e/o internazionale dovranno essere invece gli eventi
promossi presso il prestigioso sito della Chiesa di S. Vincenzo Ferreri.
La richiesta della concessione in uso dell’Auditorium di San Vincenzo Ferreri potrà
essere avanzata: da associazioni e cooperative culturali, organismi associativi ed altri
soggetti privati con attività non saltuaria di promozione e divulgazione culturale,
istituzioni e fondazioni culturali e di ricerca, aziende.
Il Centro Servizi Culturali “Emanuele Schembari” potrà invece essere richiesto per
le stesse finalità da associazioni e cooperative culturali, organismi associativi, privati
cittadini residenti, o in qualche modo legati al territorio, al fine di far conoscere le
espressioni artistiche locali.
Le richieste, facendo uso dei due distinti moduli predisposti, dovranno essere
presentate entro e non oltre il 20 febbraio 2021 mediante posta elettronica certificata
all’indirizzo protocollo@pec.comune.ragusa.gov.it dal soggetto richiedente o da un
suo procuratore speciale (in tal caso deve essere allegata alla domanda anche la

relativa procura). Dette istanze potranno essere presentate anche presso l’ufficio
protocollo. Alla domanda va allegata solo copia del documento di identità.
Maggiori e più dettagliate informazioni possono essere assunte nell’avviso
pubblicato.

di Direttore30 Dic 2020 15:12